Bambini in alto mare

Il progetto Culturale

L’abbandono minorile è un fenomeno complesso e articolato, troppo spesso ignorato e sottovalutato.

Amici dei Bambini promuove la sua mission attraverso la realizzazione di interventi concreti per risolvere l’abbandono, ma i progetti da soli non sono sufficienti per affrontare questa emergenza umanitaria. E’ necessario muoversi per attivare anche un cambiamento culturale nelle persone, perché tutti diventino consapevoli di questa situazione.

Per rispondere a questa necessità, Amici dei Bambini ha scelto di realizzare un Progetto Culturale mirato a incidere nella società civile a livello delle coscienze per promuovere la cultura dell’accoglienza: un bambino abbandonato è una responsabilità di ognuno di noi.

Gli obiettivi del progetto

Il nostro obiettivo è stimolare un cambiamento culturale profondo: da una logica di assistenza, il ricovero in istituto o in strutture residenziali, a una cultura dell’accoglienza, incentrata sull’affetto della famiglia.

Gli interventi

Il Progetto culturale si articola in 3 tipologie di intervento.

  • Progetti di studio e ricerca sul fenomeno dell’abbandono, sull’affido e sull’adozione;
  • Progetti sperimentali che mirano a favorire l’accoglienza dei bambini senza famiglia e l’inclusioni sociale dei giovani;
  • Iniziative di sensibilizzazione articolate in formazioni specifiche, convegni e seminari.

Le iniziative più significative

  • L’Osservatorio Permanente sull’Abbandono: esperti e professionisti a livello internazionale il cui contributo dà vita ogni anno alla pubblicazione di un Rapporto sull’Emergenza Abbandono.
  • Il progetto Il Melograno, un network internazionale costituto da associazioni, gruppi di famiglie adottive e affidatarie e giovani “fuori famiglia”. La rete, con 30 realtà distribuite in 14 paesi del mondo, promuove attività e iniziative a favore dell’accoglienza familiare.