Siria

 
 

Versa la tua quota online

Hai già attivato un sostegno con Ai.Bi. e vuoi versare la tua quota online?
Versa qui >>

 
 
 
 
 

Siria. In una guerra senza fine l’impegno di Ai.Bi. si rafforza. Al via la ricerca di nuovi cooperatori umanitari: il futuro del popolo siriano dipende anche da te

camioncino-aibi-distribuzione-ceste-siriaMentre la guerra in Siria continua a provocare vittime, anche tra i più piccoli – 6 bambini morti nell’ultimo raid nella provincia di Homs -, milioni di minori sono ridotti alla fame, alla solitudine, alla sofferenza. Oltre il 94% dei piccoli siriani manifesta disturbi comportamentali dovuti alla situazione di stress in cui vive.

In questo quadro si collocano gli interventi di prima e seconda emergenza che Ai.Bi. conduce da 3 anni attraverso la campagna Non lasciamoli soli, in collaborazione con i partner locali Syrian Children Relief, Shafak, Ihsan RD e Kids Paradise. Interventi di cui fino a oggi hanno potuto usufruire 38mila persone. Un impegno ambizioso, ma quanto mai necessario per cercare di rispondere almeno alle esigenze di base di migliaia di bambini afflitti dalle conseguenze della guerra. Un impegno che oggi ha bisogno di rinforzi.

È per questo che Ai.Bi. ha avviato la ricerca di un Project Manager e di un Amministratore da inserire nelle attività di aiuto umanitario presenti in Siria. Fino al 29 gennaio si potrà aderire alle selezioni per poter partecipare al percorso di formazione con cui Ai.Bi. prepara il personale da inviare nel Paese. L’individuazione e la selezione delle due figure è un momento importante e delicato che richiede specifiche attenzioni e una puntuale valutazione di alcuni aspetti: il percorso scolastico e formativo, le esperienze lavorative, le competenze professionali, le attività di volontariato, i valori di riferimento, le aspirazioni e le motivazioni.

Il percorso di preparazione inizierà il 13 febbraio e prevede 3 fasi: 4 giorni di formazione d’aula e selezione nella sede nazionale di Ai.Bi. a Mezzano di San Giuliano Milanese (Mi), 15 giorni di formazione on the job sempre a Mezzano e altrettanti di esperienza in loco.

Qual è il profilo del Projet Manager e dell’Amministratore che Ai.Bi. sta cercando per la sua campagna in Siria? Tra i requisiti richiesti, i più rilevanti sono l’esperienza in gestione e/o amministrazione di progetti di emergenza o di aiuti umanitari – in particolare quelli finanziati da Ocha o ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale – e studi universitari e post-universitari sulle tematiche relative all’attività di emergenza. A questi si aggiunga l’ottima conoscenza della lingua inglese e, in via preferenziale, anche di quella araba.

I nuovi project manager e amministratore si occuperanno nello specifico di un nuovo progetto di Ai.Bi. per la sicurezza alimentare: intervento con cui si garantirà supporto alla popolazione siriana nel migliorare l’autosostentamento, in particolare per quanto riguarda i prodotti agricoli e dell’allevamento necessari alla sussistenza.

Il tutto si andrà a inserire nel quadro del più ampio impegno di Ai.Bi. in Siria. Fino a oggi Amici dei Bambini ha distribuito, in più riprese, ceste alimentari e razioni di cibo pronto al consumo, ha fornito assistenza psico-sociale a migliaia di bambini e da qualche mese sta realizzando un nuovo ospedale pediatrico in condizioni di totale sicurezza.

Per candidarsi al percorso di selezione e formazione per il Project Manager e l’Amministratore, si può compilare il form candidature in risposta ad annuncio, indicando il codice di riferimento “CES-Siria” entro e non oltre il 29 gennaio.

 

Lascia un commento