Adozione. Dylan, 10 anni: “Non perdo la speranza: un giorno avrò una mamma e un papà miei!”

Scheda inserita il: 25/06/2021

Anno di nascita: 2011

Provenienza: Sud America

Ritardo cognitivo

Richiedi informazioni su questo bambino

Dylan è un bambino sudamericano di 10 anni appena compiuti, in protezione da circa 4 anni, una volta scoperta la situazione di incuria e maltrattamento in cui viveva insieme a due persone che non erano i suoi genitori naturali e non avevano alcun rapporto di parentela con lui.

Non si hanno notizie certe della sua infanzia e del periodo trascorso con quelle persone. Sicuramente la negligenza, la mancanza di stimoli e la carenza affettiva hanno inciso sul suo sviluppo integrale.

Dylan, attualmente, frequenta la 3 elementare ed ha un ritardo cognitivo, che richiede un accompagnamento nelle attività scolastiche, inoltre, è seguito in un percorso multidisciplinare nelle varie aree: logopedica, occupazionale e cognitiva.

Il suo linguaggio è chiaro e fluido, gli piace creare storie con le figure che disegna o con i suoi giocattoli. Non presenta alcun problema di relazione, né con i compagni, anche più piccoli, né con gli adulti e le figure dell’autorità.

Dylan è un bambino aperto e socievole, affettuoso ed espressivo. Adora la musica, a volte suona gli strumenti a percussione e ama ballare. Gli piace anche fare sport e soprattutto giocare a calcio, è un tifoso della sua nazionale!

Nei momenti più tranquilli ama colorare, disegnare, giocare con i dinosauri, per i quali ha una vera passione, e guardare la TV.

Il bimbo ha una buona capacità di adattamento e prova molto affetto nei confronti della sua famiglia affidataria che esprime attraverso baci ed abbracci.

Dylan viene definito come un piccolo guerriero, che è riuscito a trasformare tutta la sua tristezza in allegria, la sua timidezza in partecipazione e le sue traversie in risate e sogni.

Il suo desiderio di avere una famiglia che lo accolga, lo ami e lo sostenga è grande, spera che i suoi nuovi genitori lo aiutino a diventare prima un bambino felice e in futuro un uomo valido. Alla sua mamma affidataria dice: “Un giorno avrò una mamma e un papà miei e ti verremo a trovare”.

In associazione sono disponibili foto del bambino.

Richiedi informazioni su questo bambino