Adozione Internazionale: Martin, 8 anni, quanta sofferenza per un bimbo così piccolo. Per lui cerchiamo due genitori pronti ad amarlo incondizionatamente!

Scheda inserita il: 11/06/2021

Anno di nascita: 2013

Provenienza: Sud America

danno psico-emotivo e disturbo del linguaggio

Richiedi informazioni su questo bambino

Martin è un bambino sudamericano di 8 anni.

È nato da una mamma giovanissima all’interno di una famiglia gravemente disfunzionale, in cui erano presenti abusi e maltrattamenti e veniva fatto uso di sostanze stupefacenti.

Fino all’età di 5 anni, Martin è vissuto con la madre e ha frequentato i membri della sua famiglia allargata.

Il bimbo e i suoi familiari sono stati inseriti in vari percorsi di recupero e di formazione che purtroppo non hanno dato i risultati sperati, così per il piccolo si sono aperte le porte dell’istituto ed è stato dichiarato adottabile.

Martin è entrato in istituto gravemente provato a livello sociopsicologico. Da allora ha fatto grandi progressi in tutte le aree, anche grazie a percorsi mirati di accompagnamento psicologico che tuttora ancora frequenta.

A livello fisico e motorio il bambino non presenta alcuna difficoltà.

A livello cognitivo è in accordo con i parametri della sua età, ha capacità di memoria, concentrazione e attenzione, presenta però difficoltà nella lettura e nella scrittura, oltre ad avere una diagnosi di disturbo specifico del linguaggio, per cui richiede sostegno.

Martin è un bambino estroverso, vivace ed entusiasta, che cerca il contatto con gli altri, soprattutto gli adulti. Il suo stato d’animo è prevalentemente allegro e possiede una grande energia, ma soffre anche di crisi di ansia. Di fronte alle attività difficili si mostra perseverante e paziente, talvolta si irrita e si frustra ma nei limiti della sua età, arrivando a chiedere aiuto ed accettandolo.

Martin potrà recuperare in modo favorevole se verrà inserito al più presto in una famiglia, possibilmente senza altri figli, con due genitori che possano dedicarsi esclusivamente a lui, sostenendolo nella riparazione del grave danno emotivo.

Si prevede che l’ingresso in famiglia possa scatenare una sintomatologia di difficile gestione, per cui i genitori dovranno possedere grandi risorse a livello affettivo di pazienza e tolleranza, ponendo limiti chiari, ma trasmessi in un quadro di amore incondizionato. Inoltre, essendo un bambino con grande energia vitale e voglia di giocare, è importante che mamma e papà lo accompagnino in attività ludiche, sportive e ricreative.

In associazione sono disponibili foto del bambino.

 

Richiedi informazioni su questo bambino