Est Europa. “Babbo Natale ci regali una mamma e un papà?” La letterina di 4 fratellini che vogliono rimanere uniti sotto lo stesso tetto

4 fratellini dalla Bulgaria

Sono 4 fratelli, hanno 11, 10, 8 e 6 anni. Sono in perfetta salute ma non sono felici, gli manca “qualcosa” per essere e sentirsi come tutti gli altri bambini.

E la solitudine la senti ancora di più proprio in queste giornate di festa: tanto che si sono rivolti direttamente a Babbo Natale a cui hanno chiesto proprio quella “cosa”: una famiglia, una mamma e un papà che li adottino.

Già perché Yosko, Katia, Boris e Assen vivono con una famiglia affidataria in Bulgaria ma non possono più rimanere con loro. Cosa succederà loro? Sono destinati a passare da una famiglia affidataria all’altra senza avere mai la certezza di mettere radici? Sono destinati a non sentirsi mai “appartenenti” a qualcuno? Sono destinati a non avere fiducia negli altri? No, se vengono adottati. Magari da una famiglia italiana che voglia aprire le porte di casa propria a questi 4 bambini.

Ma conosciamoli un po’ meglio: Yosko è amante delle passeggiate e come tutti i bambini corre e gioca con gli altri bambini senza problemi. Katia è socievole, comunica liberamente tanto con gli adulti quanto con i più piccoli. E’ gentile e positiva e una grande chiacchierona!

Boris è la “memoria” del gruppo. Memorizza facilmente tutto quello che gli interessa: ha una buona memoria oggettiva ed emotiva. La sua autostima è in processo di sviluppo. Esprime liberamente la sua opinione e posizione e la mantiene.

Assen è, infine, il creativo e il più determinato dei fratelli: trova sempre una soluzione ai problemi e non si arrende se non raggiunge il risultato.

Quattro personalità e caratteri diversi ma accomunati da un unico e stesso desiderio: una famiglia nel 2017.

Volete essere voi quella mamma e papà che finalmente coroneranno il desiderio più grande importante per quattro fratelli? Chi volesse maggiori informazioni può consultare  la scheda relativa ai quattro fratellini nella rubrica Figli in Attesa  o inviare una e-mail all’indirizzo lorenza.persona@aibi.it.

Richiedi Informazioni