Bambini in alto mare
<<indietro

Ghana. Adozione a Distanza. Se qualcuno dovesse chiedere di me, ditegli che sono Simon…

Un paio di occhi lucidi questa mattina in Ai.Bi.: sono quelli di Carlotta, la desk che si occupa di adozione a distanza. L’abbiamo vista commuoversi mentre scriveva al suo pc. Stava traducendo un messaggio arrivato dal Ghana dal piccolo Simon. Ed è con queste parole che è cominciata la nostra giornata! Ed è per queste parole che ogni collaboratore di Ai.Bi. trova le fondamenta per perseguire la mission contro l’abbandono.

Cara Ai.Bi. ho saputo che non ho più il mio ‘padrino’ a distanza Andrea – scrive Simon – e quando Atika, l’assistente sociale me lo ha riferito mi è dispiaciuto tanto. Lo ringrazio tanto per tutto quello che ha fatto per me e lo abbraccio forte forte, resterà sempre nel mio cuore”.

“Però ora vi scrivo perché volevo sapere se c’è qualche altro padrino italiano – continua –  che ha chiesto di me, che vorrebbe adottarmi a distanza”.

Se qualcuno dovesse chiedere di me, vi prego – ribadisce –, ditegli che sono Simon, ho 13 anni, sono orfano di madre e di padre e che grazie all’aiuto di un sostenitore io e i miei due fratellini siamo tornati a vivere con nostra zia”.

“Vi prego dateci la possibilità di ricevere una carezza – conclude – da nostra zia ad ogni nostro risveglio. Appena arriva un nuovo sostenitore ditelo subito ad Atika: le ho detto che pur di darmi questa notizia può anche svegliarmi durante la notte! Grazie di cuore. Simon” 

Simon è fiducioso e non ha perso la speranza che un altro sostenitore possa accompagnarlo, così come ha fatto Andrea finché ha potuto, affinché possa crescere insieme ai suoi fratelli circondato dall’amore della zia e dei familiari.

Vuoi essere tu il suo nuovo padrino o madrina a distanza? Vuoi dargli tu quella carezza che tanto desidera? Attiva un’adozione a distanza per Simon!

Adotta a distanza questo bambino

 

Seguici:

Articoli correlati