Nel primo sabato del mese di dicembre si rinnova la preghiera del Santo Rosario dedicata ai bambini abbandonati di tutto il mondo e alle famiglie adottive e affidatarie. Commento e preghiere a cura di Grazia ed Massimo Ranuzzi (comunità La Pietra Scartata – Regione Lazio). Prega insieme a noi, sabato 4 novembre alle ore 21.00 su Facebook e su YouTube

dal Vangelo secondo Matteo (Mt 9,35 – 10,1.6-8)
In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».

Il commento di Grazia e Massimo

“La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai!”; “I bambini abbandonati sono tantissimi, ma le coppie disposte ad accoglierli sono poche”. Perché continuano ad esserci ancora oggi circa 200 miliani di bambini senza famiglia? Una domanda che spesso ha risuonato nella nostra testa senza trovare una risposta.
In questo passo del vangelo di Matteo, Gesù dice: “Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Pregare il Signore della messe significa incontrarLO, ascoltarLO perché LUI ci dà le risposte; difatti dice: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.
Come possiamo comprendere questo insegnamento se non riconosciamo che la vita è il dono più prezioso che abbiamo ricevuto gratuitamente come figli e che gratuitamente dovremmo donare a chi ne è privato?

Preghiamo

Nel primo mistero gaudioso ricordiamo l’annunciazione dell’Angelo a Maria Vergine
Signore, ti preghiamo per questa umanità sempre più abbandonata perché ritrovi la gioia della preghiera.

Nel secondo mistero gaudioso ricordiamo la visita di Maria Santissima a Santa Elisabetta
Signore, ti preghiamo per le coppie perché scoprano la bellezza di donare una famiglia a un bambino abbandonato.

Nel terzo mistero gaudioso ricordiamo la nascita di Gesù nella grotta di Betlemme
Signore, ti preghiamo per i bambini abbandonati perché possano ritrovare la gioia di essere amati come figli.

Nel quarto mistero gaudioso ricordiamo Gesù che viene presentato al Tempio da Maria e Giuseppe
Signore, ti preghiamo per tutti coloro che rivestono ruoli di responsabilità e intervengono nell’accompagnamento della esperienza adottiva, perché ne favoriscano la realizzazione.

Nel quinto mistero gaudioso ricordiamo il ritrovamento di Gesù nel Tempio
Signore, ti preghiamo per Papa Francesco e tutta la chiesa perché con la loro preghiera sostengano tutti i bambini abbandonati e le coppie in attesa.

 

Tags: