La Signora Gina chiede a tutti noi di pregare per il suo matrimonio: “perché ci sia Amore, pace, serenità, gioia, rispetto…” ed Elisabetta e Vincenzo chiedono “Una preghiera per tutti i ragazzi e le ragazze che non sono mai –rinati- figli…”

IL FILO DELLA PREGHIERA di giovedì 28 aprile (ore 21.00)

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo. Amen.

Invocazione allo Spirito Santo

O Spirito Santo, Anima dell’anima mia, io Ti adoro:

illuminami, guidami, fortificami, consolami,

insegnami ciò che devo fare, dammi i tuoi ordini.

Ti prometto di sottomettermi a tutto ciò che desideri da me

e di accettare tutto ciò che permetterai mi accada:

fammi solo conoscere la Tua volontà.

Stralcio dall’udienza generale di Papa Francesco di mercoledì 27 aprile 2022: Catechesi sulla Vecchiaia: 7. Noemi, l’alleanza fra le generazioni che apre il futuro.

“… La parabola di Rut illumina la bellezza dei legami famigliari: generati dal rapporto di coppia, ma che vanno al di là del legame di coppia. Legami d’amore capaci di essere altrettanto forti, nei quali si irradia la perfezione di quel poliedro degli affetti fondamentali che formano la grammatica famigliare dell’amore… Questo piccolo libro contiene anche un prezioso insegnamento sull’alleanza delle generazioni: dove la giovinezza si rivela capace di ridare entusiasmo all’età matura – questo è essenziale: quando la giovinezza ridà entusiasmo agli anziani -, dove la vecchiaia si scopre capace di riaprire il futuro per la giovinezza ferita… la suocera è la mamma di tuo marito, è la moglie… È madre, è anziana. Una delle cose più belle delle nonne è vedere i nipotini, quando i figli hanno dei figli, rivivono. Guardate bene il rapporto che voi avete con le vostre suocere: alle volte sono un po’ speciali, ma ti hanno dato la maternità del coniuge, ti hanno dato tutto. Almeno bisogna farle felici, affinché portino avanti la loro vecchiaia con felicità… Se i giovani si aprono alla gratitudine per ciò che hanno ricevuto e i vecchi prendono l’iniziativa di rilanciare il loro futuro, niente potrà fermare la fioritura delle benedizioni di Dio fra i popoli! Mi raccomando, che i giovani parlino con i nonni, che i giovani parlino con i vecchi, che i vecchi parlino con i giovani. Questo ponte dobbiamo ristabilirlo forte, c’è lì una corrente di salvezza, di felicità…”.

Momento di silenzio (la durata è a discrezione di ciascuna famiglia)

 

Le preghiere delle famiglie:

La Signora Gina chiede a tutti noi di pregare così: “Chiedo preghiera per il mio matrimonio, perché ci sia Amore, pace, serenità, gioia, rispetto, benevolenza, unione, comprensione reciproca, che lo spirito santo ci illumini e ci benedica, doni a noi la pace, l’armonia come coppia, che i nostri cuori siano infiammati di spirito di amore, secondo la volontà di Dio nella nostra vita”.

 

Elisabetta e Vincenzo chiedono a tutti noi di pregare così:

“Una preghiera per tutti i ragazzi e le ragazze che non sono mai –rinati- figli e che, ora maggiorenni, si trovano da soli ad affrontare la vita senza quel porto sicuro che solo una mamma e un papà possono donare”.

Tutti noi insieme, chiediamo al Signore di custodire questi amici: Morgan e Samuele, Lucas e Samuel con Jesuane, Paul, Marta, Andrea, Esther, Stefania, Francesca e Veronica, Xiuxiào, Filippo e Annalia, Giacomo, Jussara, Rafael, Kamelia, Fabio, Giuly, Pasquale, Martin, Gabriele e Pietro, Antonella, Daniela, Julia e Marjana, Rayan, Ray, Cindy, Mery, Artur, Mariangela, Rabia, William, Ronny, Kasambi, Chenchèn, Giulia, Aurora, Kevin e Francesco, Rosa, John, Paulo, Kakà, Maddi, Valentin, Johan e Cinthia.

(Ciascuno aggiunga i propri cari e ce lo comunichi, così li inseriamo. Indicateci anche le situazioni risolte, potremo così condividere con gioia gli effetti della nostra fiduciosa preghiera).   

 

Padre nostro…

 

Pensiero del giorno:

“Il bambino costituisce la presenza più bella, e anche la più meravigliosa, dell’amore di Dio nel mondo”

(Madre Teresa di Calcutta)

Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male, e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

 

Si consiglia di avere un simbolo, un oggetto o altro che ci permetta di fare un po’ di “deserto” intorno a noi (una Bibbia, o un crocefisso, o altro). Si consiglia inoltre che la preghiera sia recitata dalla coppia. Per coloro che recitano la Liturgia delle Ore potrebbe precederla o seguirla. Giorno previsto: il giovedì alle ore 21,00 (secondo le possibilità di ciascuna famiglia).

 

Coloro che volessero inviarci le proprie preghiere o volessero chiedere di pregare per una persona a loro cara possono contattarci all’indirizzo: ilfilodellapreghiera@aibi.it

Sostieni anche tu la campagna di Ai.Bi. BAMBINIxLAPACE. Chiunque può partecipare scegliendo una delle varie modalità di aiuto e vicinanza alle famiglie e i bambini ucraini. Perché, ora, il loro futuro dipende anche da te.

 

Tags: