Con la nascita della Casa-famiglia si è formato un gruppo costituito da diverse famiglie, con le quali abbiamo iniziato un percorso di crescita personale, di coppia e famiglia ma anche operativo, dando vita a quello che amiamo definire “la Famiglia di Famiglie”

Le “bricole” sono un sistema di segnalazione usato nella Laguna di Venezia. Sono costituite da due o più pali di legno robusto infissi nel fondale e saldamente legati fra loro. Servono a segnare i canali, consentendo una navigazione sicura e a evitare di insabbiarsi nelle secche. La “bricola”, inoltre, può essere utilizzata dai naviganti quale attracco temporaneo in caso di avaria o per semplice momentaneo riposo.

Nella navigazione della nostra vita, personale e di coppia, abbiamo sempre cercato di orientarci con la “cartografia” del Vangelo e questo ha finito per indirizzare ed educare la nostra famiglia all’accoglienza: due figli, collaborazione con le attività parrocchiali, impegno sociale, l’affido familiare.

Accogliere – accettare – affidarsi

Nel corso degli anni sono passati per la nostra casa molti minori in affido temporaneo a vario titolo: nelle forme ufficiali in stretta collaborazione con i servizi sociali, ma anche in modalità meno ortodosse dettate da particolari circostanze.

Attorno a queste esperienze si è formato un gruppo costituito da diverse famiglie, con le quali abbiamo iniziato un percorso di crescita personale, di coppia e famiglia (accogliere/accettare/affidarsi), ma anche operativo nel portare avanti insieme l’esperienza dell’accoglienza, ciascuno secondo le proprie possibilità e disponibilità, dando vita a quello che amiamo definire “la Famiglia di Famiglie”.

La Casa-famiglia “ConBricola”

La nascita della Casa-famiglia “ConBricola”, è frutto di una sintonia immediata sui temi, sulle priorità e sulle modalità che ci ha permesso di crescere, ma di avere anche maggiore consapevolezza, competenza ed autorevolezza in quello che stiamo facendo.

Ricordiamo volentieri una ragazza che ha trascorso con noi un segmento importante di vita, di origini orientali e di carnagione scura. Un giorno, in spiaggia, un signore vedendola in nostra compagnia gli ha chiesto: “Sei una bimba adottata?” e lei gli ha risposto senza esitazione alcuna: “No, sono nata così!”

Ovvero il diritto di essere figli …  a prescindere!

Pensieri e riflessioni di Grazia e Carlo

 

Tags: