La Signora Francesca chiede a tutti noi di pregare così: “Gentilissimi Filo della Preghiera, vi chiedo con umiltà di pregare per mio figlio Raffaele, per il mio lavoro e per la conversione di mia figlia Floriana”

IL FILO DELLA PREGHIERA di giovedì 30/06 (ore 21.00)

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo. Amen.

Invocazione allo Spirito Santo  

O Spirito Santo, Anima dell’anima mia, io Ti adoro:

illuminami, guidami, fortificami, consolami,

insegnami ciò che devo fare, dammi i tuoi ordini.

Ti prometto di sottomettermi a tutto ciò che desideri da me

e di accettare tutto ciò che permetterai mi accada:

fammi solo conoscere la Tua volontà.

La voce di una mamma e di una figlia

“Ti ringrazio Gesù perché sei così tanto buono e misericordioso, perdoni sempre i nostri peccati più brutti. Tu hai sofferto per noi e ne siamo riconoscenti anche se non sempre ci comportiamo secondo la tua volontà. Per tutti gli ammalati, i bambini abbandonati e per chi sta soffrendo, accogli le nostre preghiere. Amen”

(Mamma Lucia con la figlia Paolina)

Stralcio dall’udienza generale di papa Francesco di mercoledì 29 giugno 2022: Catechesi sulla Vecchiaia: 14. Il lieto servizio della fede che si apprende nella gratitudine (cfr. Mc 1, 29-31).

“… La malattia pesa sull’anziano, in modo diverso e nuovo rispetto a quando si è giovani o adulti. È come un colpo duro che si abbatte su un tempo già difficile… È proprio la comunità cristiana che deve prendersi cura degli anziani: parenti e amici, ma la comunità. La visita agli anziani va fatta da tanti, assieme e spesso… la salvezza si annuncia o, meglio, si comunica attraverso l’attenzione a quella persona malata… Il dialogo giovani-nonni, bambini-nonni è fondamentale per la società, è fondamentale per la Chiesa, è fondamentale per la sanità della vita. Dove non c’è dialogo tra giovani e vecchi manca qualcosa e cresce una generazione senza passato, cioè senza radici… Anche da anziani si può, anzi, si deve servire la comunità. È bene che gli anziani coltivino ancora la responsabilità di servire, vincendo la tentazione di mettersi da parte. Il Signore non li scarta, al contrario ridona loro la forza per servire…”.

Momento di silenzio (la durata è a discrezione di ciascuna famiglia)

 Le preghiere delle famiglie

La Signora Francesca chiede a tutti noi di pregare così: “Gentilissimi Filo della Preghiera, vi chiedo con umiltà di pregare per mio figlio Raffaele che ha una patologia psichiatrica. Il Signore lo aiuti ad uscire dal suo isolamento e a mettere la sua vita al servizio del prossimo, dei più deboli e fragili. Vi chiedo una preghiera per il mio lavoro che si svolge facendo assistenza ad anziani e persone con disabilità. Chiedo al Signore la continuità nel lavoro per andare avanti e soprattutto per supportare mio figlio. Vi chiedo di pregare anche per la conversione di mia figlia Floriana e che si riavvicini alla famiglia. Grazie di cuore, Dio vi benedica”.

Tutti noi insieme, chiediamo al Signore di custodire questi amici: Morgan e Samuele, Lucas e Samuel con Jesuane, Paul, Marta, Andrea, Esther, Stefania, Francesca e Veronica, Xiuxiào, Filippo e Annalia, Giacomo, Jussara, Rafael, Kamelia, Fabio, Giuly, Pasquale, Martin, Gabriele e Pietro, Antonella, Daniela, Julia e Marjana, Rayan, Ray, Cindy, Mery, Artur, Mariangela, Rabia, William, Ronny, Kasambi, Chenchèn, Giulia, Aurora, Kevin e Francesco, Rosa, John, Paulo, Kakà, Maddi, Valentin, Johan e Cinthia.

(Ciascuno aggiunga i propri cari e ce lo comunichi, così li inseriamo. Indicateci anche le situazioni risolte, potremo così condividere con gioia gli effetti della nostra fiduciosa preghiera).

Padre nostro…

 Pensiero del giorno:

“E per favore, non dimentichiamo il popolo martoriato dell’Ucraina in guerra. Non abituiamoci a vivere come se la guerra fosse una cosa lontana. Il nostro ricordo, il nostro affetto, la nostra preghiera e il nostro aiuto siano sempre vicino a questo popolo che soffre tanto e che sta portando avanti un vero martirio”

(Papa Francesco)

Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male, e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

Si consiglia di avere un simbolo, un oggetto o altro che ci permetta di fare un po’ di “deserto” intorno a noi (una Bibbia, o un crocefisso, o altro). Si consiglia inoltre che la preghiera sia recitata dalla coppia. Per coloro che recitano la Liturgia delle Ore potrebbe precederla o seguirla. Giorno previsto: il giovedì alle ore 21,00 (secondo le possibilità di ciascuna famiglia).

Coloro che volessero inviarci le proprie preghiere o volessero chiedere di pregare per una persona a loro cara possono contattarci all’indirizzo: ilfilodellapreghiera@aibi.it

 

Sostieni l’impegno di Ai.Bi. per i bambini dell’Ucraina

Dall’inizio della guerra, Ai.Bi. è impegnata in molteplici attività lanciate all’interno del progetto #BAMBINIxLAPACE, attivo in Ucraina, Moldova e Italia a favore dei bambini ucraini e delle loro famiglie. Chiunque può sostenerli con una donazione una tantum o con l’Adozione a Distanza. Ricordati che tutte le donazioni ad Ai.Bi. godono delle seguenti agevolazioni fiscali

 

Tags: