SaD News

  Il Giornale del Sostegno a Distanza
 
 
Nel cuore della solidarietà

Nepal. “Le lacrime di una giovane madre”

Oggi la parola è di Smaritka, una giovane mamma la cui bimba è ospite del Centro di accoglienza Paani. Smaritka ha 19 anni e non ha più notizie del marito da quasi due, ossia da quando è nata Yancen, la sua piccola. La giovane madre svolge lavori saltuari e non è in grado di badare alla figlia durante il giorno. Durante un workshop del Centro, la donna è scoppiata in lacrime e ha raccontato a tutti i partecipanti la sua storia.

Leggi >>

Vai all'archivio delle news >>
 
 

 

 
Io non voglio andare via!

In Siria migliaia di minori vivono ma non esistono per lo Stato: non sono mai stati registrati all’anagrafe

Dei fantasmi dalla nascita alla morte: non potranno lavorare (almeno non regolarmente), avere assistenza sanitaria, sposarsi e crearsi una famiglia. O comunque non alla luce del sole. Per questo UNHCR e l’NRC incoraggiano i rifugiati a ottenere quanta più documentazione possibile, anche se questo significa solo ottenere la notifica di nascita rilasciato dall’ospedale, nella speranza che questo aiuterà i rifugiati a guadagnare la loro identità in un momento successivo.

Leggi >>

Vai all'archivio delle news >>
 
 
 
Io non voglio andare via!

Giocare, disegnare, imparare: ecco di cosa hanno veramente “fame” i bambini siriani

Dal nostro inviato (Luigi Mariani) - Fra le tante iniziative mirate ad alleviare le sofferenze dei minori colpiti dal conflitto in Siria, ce n’è una che sta avendo un particolare successo, realizzata da una piccola ong di Saraqeb, nella provincia di Idlib: è la rivista “Zaytoun e Zaytouna”, una pubblicazione di sole quattro pagine, lanciata nel luglio del 2013 allo scopo di far distrarre e divertire in maniera leggera i bambini e gli adolescenti costretti a convivere con il dramma della guerra.

Leggi >>

Vai all'archivio delle news >>
 
 
Minori stranieri non accompagnati

Fortunata Cannavò “Facevo 5 ore in auto pur di vederlo qualche minuto. Ora fa parte della famiglia”

Quando l’ho visto la prima volta e l’ho guardato negli occhi ho sentito che quello era mio figlio. E da quel momento non sono riuscita più a separarmene”. A parlare è Nata Cannavò, mamma di 3 figli biologici e ora mamma affidataria  di Mamadou, un ragazzo senegalese di 17 anni conosciuto a Casa Mosè, il centro di prima accoglienza di Messina. “Non riesco a spiegare cosa ti scatta dentro – continua la signora Cannavò – ho ancora la pelle d’oca quando ne parlo: è un istinto materno, un’affinità, un ‘riconoscersi’ per quanto si possa essere due perfetti estranei, di lingua e cultura diversa. So soltanto che fino a quel momento pensavo di essere una mamma al completo: ma quando ho conosciuto Mamadou ho capito che lo sarei stata soltanto se in casa avessimo accolto anche lui”.

Leggi >>

Vai all'archivio delle news >>
 
 

 

 
foto header
 
Bambini che aspettano il tuo sostegno. Un numero in meno, un sorriso in più!
Continente Numero
Africa 37
Sud America 31
Asia 26
foto header
 
 Siria. Non lasciamoli soli
 
 La nuova scuola di Binnish
 
Family House
 
Lasciti testamentari
 
 

L'edicola del SaD

 

 

 
 
 

ATTIVA UN SOSTEGNO

 
 

MATERIALE INFORMATIVO

 

Vuoi avere maggiori informazioni sul Sostegno a Distanza di Ai.Bi.?
Compila il modulo per richiedere il materiale informativo >>

Telefono: 02.988.221 tasto 3
email: sad@aibi.it

 

SCOPRI DI PIÙ

 

Sostegno a Distanza Italia
Con un impegno di 10 euro al mese, aiuterai mamme e bambini ad avere una vita migliore. Grazie al tuo prezioso sostegno, contribuiremo ad assicurare ai bambini in Italia la giusta accoglienza all'interno di Case Famiglia, Comunità Mamma – Bambino e Appartamenti ad Alta Autonomia.Scopri di più >>

Sostegno a Distanza Comunità
Con un impegno di 25 euro al mese, potrai sostenere le attività progettuali di un paese e accogliere nel tuo cuore i minori ospitati in un’intera comunità di accoglienza.Scopri di più >>

Sostegno a Distanza Bambino
Con un impegno di 50 euro al mese, attiverai un Sostegno a Distanza, e accoglierai nel tuo cuore la storia di un bambino abbandonato, cambiando il suo destino.Scopri di più >>

 
 
In Italia tanti bambini hanno ancora Fame di Mamma.
Attiva un Sostegno a Distanza, il tuo aiuto è prezioso.
 
Leggi le FaQ
 
rinnova ora
 
testimonial Anna falchi
 
Hai mai provato la sensazione di essere abbandonato?
 
Forum SaD