Sostegno a Distanza in Siria

Non lasciamoli Soli

Sostegno a distanza: Siria

La Siria, è un Paese del Medio Oriente, in Asia occidentale, gravemente segnato da una guerra che va avanti dal 2011 lasciandosi dietro più di mezzo milione di morti, quasi 7 milioni di sfollati interni e altrettanti profughi nei Paesi limitrofi. I due terzi della popolazione vive in povertà e oltre 11 milioni di siriani, di cui il 40% sono bambini, non hanno accesso ai servizi di base e ai beni di prima necessità. La Siria oggi è un Paese distrutto nelle sue infrastrutture: strade, case, scuole, ospedali e fabbriche. La disoccupazione ha superato il 50% e la forte dipendenza dalle merci importate ha portato a una svalutazione della sterlina siriana e alla perdita di potere d’acquisto delle comunità locali, anche per le necessità di base come acqua e forniture igienico-sanitarie, aumentandone la vulnerabilità e la dipendenza dall’assistenza umanitaria. I luoghi più vulnerabili restano i campi informali nel nordovest del Paese, dove sono ammassati oltre 2.7 milioni  di civili siriani, di questi, l’80% sono donne e bambini.

Ai.Bi. opera in Siria dal 2014 in supporto alle popolazioni civili nelle aree più colpite: prima a  Homs  e Aleppo e, oggi, nella zona di Idlib, ancora teatro di scontri. L’intervento di Sostegno a Distanza assicura, in collaborazione con il partner siriano Kids Paradise, aiuti umanitari alle famiglie sfollate nei campi informali.

Cosa puoi fare in Siria? Sostieni a Distanza le famiglie sfollate dei campi informali di Idlib.

Attiva un Sostegno a Distanza in Siria

Gli interventi di Ai.Bi. in Siria

Costretti alla fuga dall’offensiva militare, sono migliaia i bambini che vivono nei campi di sfollati informali nel nord ovest della Siria. Intere famiglie, per lo più originarie delle zone rurali e dedite all’agricoltura o al commercio al dettaglio che, a causa di una guerra decennale, si sono ritrovate a non avere più mezzi di sostentamento per loro e i propri figlie e a dipendere unicamente dagli aiuti umanitari. Grazie al Sostegno a Distanza, le famiglie più vulnerabili ricevono acqua potabile,beni di prima necessità e prodotti per l’igiene e la cura personale e la sanificazione delle tende e delle aree comuni dei campi. In condizioni di sovraffollamento e precarietà, è fondamentale limitare il rischio di infezioni e diffusione di malattie con conseguenze gravissime soprattutto per i bambini.

News

Siria. L’orrore nei dati dell’UNICEF: un bambino ucciso ogni 10 ore. Ai.Bi. in prima linea. Perché l’#Accoglienzanonsiferma

Siria. L'orrore nei dati dell'UNICEF: un bambino ucciso ogni 10 ore. Ai.Bi. in prima linea. Perché l'#Accoglienzanonsiferma
Bambini vittime principali anche da un punto di vista psicologico di un conflitto che dura ormai da nove anni. Tu ...
Sostieni a Distanza

Siria. L’ONU lancia l’allarme: crisi alimentare senza precedenti. Ai.Bi in prima linea per la sussistenza e la resilienza delle famiglie

Siria. L'ONU lancia l'allarme: crisi alimentare senza precedenti. Ai.Bi in prima linea per la sussistenza e la resilienza delle famiglie
Amici dei Bambini progetta nuove attività nella zona nord-occidentale, dove opera con il partner Kids Paradise. L'#Accoglienzanonsiferma Le agenzie dell'ONU ...
Sostieni a Distanza

Siria. Dopo nove lunghi anni di guerra 11 milioni di persone hanno bisogno di aiuto. Ai.Bi. c’è. Perché l’#Accoglienzanonsiferma

Siria. Dopo nove lunghi anni di guerra 11 milioni di persone hanno bisogno di aiuto. Ai.Bi. c'è. Perché l'#Accoglienzanonsiferma
Negli ultimi giorni è giunto al termine il progetto per garantire il diritto alla salute e all'informazione contribuendo alla prevenzione ...
Sostieni a Distanza
Loading...