Cene ed eventi di Beneficenza

“I diritti dei bambini compiono 30 anni”

È compito degli adulti difendere i bambini e garantire il rispetto dei loro diritti, evitando che vengano calpestati.

Lunedì 2 dicembre, abbiamo spento insieme le 30 candeline della Convenzione ONU con un unico desiderio: un’infanzia serena per tutti i bambini del mondo.

Il 20 novembre 1989 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato la Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Un traguardo importante che abbiamo festeggiato insieme ad un altro compleanno: i 18 anni de “Il Bello che fa Bene“, la tradizionale serata benefica, organizzata da Ai.Bi. – Associazione Amici dei Bambini.

Un doppio anniversario a cui hanno partecipato diversi personaggi dello spettacolo come Alberto Fortis, Max Laudadio, Dj Fargetta e Pietro Galizzi che hanno fatto cantare e divertire gli oltre 200 ospiti presenti con le loro performance ed esibizioni. Il tutto nella splendida cornice del ristorante “Oste e cuoco” di Filippo La Mantia che è entrato, così, a far parte della grande famiglia di Amici dei Bambini.

In un ambiente “Fatto per le persone che lo vivranno: ordinato ma non finto … Uno spazio dove sentirsi liberi, come a casa..” è stato così celebrato il matrimonio fra eccellenza e solidarietà per raccogliere fondi a favore dei progetti di prevenzione dell’abbandono e promozione del diritto a vivere in famiglia.

La bellezza e lo stile italiani sono stati i protagonisti della serata insieme al nostro amico e testimonial Max Laudadio per promuovere i sogni dei bambini abbandonati e garantire il loro DIRITTO ad ESSERE FIGLI.

Pietro Galizzi, pianista e compositore dalle sonorità classiche, si è esibito in un concerto privato, accompagnato dalla voce di Michela Martelli (che vanta collaborazioni con Paolo Conte e Giorgio Gaslini) e Stefano Solari al sax (che ha al suo attivo un album inciso con il Saxensemble). L’esibizione a sorpresa di Alberto Fortis è stata la ciliegina sulla torta della diciottesima edizione de “Il Bello che fa Bene”.

Oltre allo spettacolo e al buon cibo non è mancata la solidarietà: obiettivo della serata è stato quello di raccogliere fondi per garantire borse di studio e lavoro ad adolescenti che crescono senza una famiglia e alle mamme sole che sono accolte nelle comunità mamma-bambino di Ai.Bi. E, così, la raccolta fondi Adotta il futuro de “L’altro tuo figlio” , che ha animato l’evento, prosegue ora sul sito dell’associazione anche durante le festività natalizie. Un’occasione unica per fare un regalo speciale.

Nel corso della serata è stata esposta la Chair for Charity, la seduta “Sayo” del designer Enzi Berti per Montbel, firmata dalle stelle del grande schermo presenti alla 76esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e i prodotti gentilmente donati da grandi marchi e aziende amiche.

A 30 anni dalla firma della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, tanto è stato fatto ma c’è ancora tanto da fare per proteggere davvero l’infanzia e garantire il primo fra tutti i diritti: Essere Figlio.