Bolivia. Fabrizio, sei anni. Abbandonato dopo aver vissuto per strada, cerca solo una cosa: la speranza

La madre non poteva pagare l’affitto e improvvisamente è scomparsa, lasciando soli lui e il fratellino. Il piccolo ora è ospite dell’Istituto Josè Soria e, nonostante tutto, è socievole e divertente. Ma si merita un futuro migliore

A soli sei anni il piccolo Fabrizio ha già incontrato le terribili esperienze dell’abbandono e della vita all’addiaccio. A causa dell’impossibilità di sua mamma di pagare un affitto, infatti, lui e il fratellino sono stati costretti per un periodo a vivere per strada, fino a quando la donna ha preso una stanza d’albergo.

La situazione, però, non è durata più di due settimane. Alla richiesta dell’addetta dell’albergo di saldare il conto, infatti, la madre ha abbandonato i due bambini, scomparendo. Dopo due giorni l’incaricata dell’albergo sporse denuncia presso l’ufficio del Garante del Minore.

Fabrizio e il fratellino sono stati accolti in un centro di accoglienza transitorio il 15 aprile 2019, mentre le autorità cercavano di rintracciarne la madre. Ma questo non è stato possibile. A quel punto, il 10 di luglio, i bambini sono stati trasferiti all’Istituto Josè Soria.

Nonostante i suoi drammatici trascorsi, Fabrizio, è un bambino molto socievole e divertente. Non ha avuto problema per adattarsi, tutti gli altri bambini gli vogliono bene. Secondo la sua badante è curioso e birichino. Sta imparando abitudini di pulizia e a prendersi cura di sé stesso.

Il piccolo, tuttavia, ha ora bisogno di qualcuno che si intesti la sua causa. Ha bisogno di una persona che, attraverso l’Adozione a Distanza di Ai.Bi. – Amici dei Bambini, lo accompagni per mano nel difficile percorso che lo attende. Fabrizio, insomma, ha bisogno soltanto di una speranza.

E tu potresti garantirgliela.

RICHIEDI INFO Oppure ATTIVA ADOZIONE A DISTANZA