Minori stranieri non accompagnati: Ai.Bi. a Bruxelles per il progetto europeo Proguard!

Co-finanziato dall’Unione Europea, il progetto Proguard coinvolge 9 paesi europei e il Consiglio degli Stati del Mar Baltico – CBSS. Focalizzato sulla protezione dei minori stranieri, si rivolge a operatori e istituzioni, europee e dei singoli paesi, per rafforzare i sistemi di tutela dei minori stranieri non accompagnati.
Amici dei Bambini è tra i partner di progetto per garantire la protezione a cui ogni minore ha diritto. 

msna progetto proguard

In un panorama europeo che vede una sempre maggiore richiesta di protezione da parte di minori stranieri, il progetto europeo ProGuard, con i suoi 9 partner, rappresenta una opportunità importante  per tutti gli operatori dei Paesi coinvolti per condividere le caratteristiche dei sistemi di tutela e le strategie per il loro sviluppo.
Dal 13 al 15 marzo,  a Bruxelles, Ai.Bi. parteciperà a due  focus di discussione: il primo sarà un “train the trainers”, giornata di formazione  dedicata a  operatori sociali provenienti dagli 8 paesi partner di progetto, e il secondo, uno “Stakeholder meeting”, in cui 58 rappresentanti delle istituzioni  europee, delle nazioni partner di progetto e degli stati membri del Council of the Baltic Sea States si incontreranno per discutere del futuro del sistema di tutela dei minori stranieri non accompagnati in Europa.

Se infatti numerose nazioni hanno sviluppato i propri sistemi di tutela, creando una più solida base per la cooperazione e lo scambio reciproco, il crescente numero di minori stranieri non accompagnati ha rafforzato la necessità di lavorare con organizzazioni di tutela specializzate e professionali.

Ne segue l’ulteriore necessità di identificare e condividere in maniera sistematica le buone prassi esistenti e di formare staff che assicurino un approccio  basato sul superiore interesse del minore e sulla garanzia dei suoi diritti.

Durante gli incontri si discuterà dei due output di progetto: un manuale pratico dedicato ai tutori per facilitare il loro lavoro quotidiano e un sistema di autovalutazione del sistema di tutela. Al termine dello stakeholder meeting saranno elaborate delle  raccomandazioni per i decisori politici  per potenziare il sistema di tutela.