Adozione a Distanza in Ucraina. Zhenia: un bimbo segnato dalla guerra dimenticata d’Europa

Il piccolo ha un passato segnato dalla guerra civile e spera di tornare a vivere con la sua mamma. I primi tre appelli per lui sono caduti nel silenzio. Ma Ai.Bi. non si arrende…

Una Adozione a Distanza per Zhenia. Il piccolo vive in Ucraina, ha nove anni ed è uno dei tanti orfani di guerra dei nostri tempi. Sono centinaia i bambini rimasti orfani di uno o entrambi i genitori a causa della guerra civile scoppiata nel 2015 nella regione di Donbass, nell’Ucraina Orientale. Anche se ormai non ne parla più nessuno, la storia del conflitto del Donbass, cominciato cinque anni fa, ha già fatto migliaia di vittime, tra cui molti civili, soprattutto donne e bambini. Oltre 10mila morti, più di 30 mila feriti e poco meno di 2 milioni di sfollati da quando si sono aperte le ostilità, sono questi i numeri delle Nazioni Unite.

Numeri dietro ai quali si nascondono persone e storie di vita, come quella di Zhenia e della sua famiglia. Dopo la morte del padre, la madre di Zhenia, non riuscendo a far fronte alla necessità della famiglia da sola, è stata costretta a lasciare Zhenia e la sua sorellina più piccola alle cure dell’istituto nella speranza di poter trovare un lavoro stabile e una casa che le permetta di riprendere con sé i suoi figli e assicurare loro un futuro in famiglia.

Zhenia e la sorellina oggi vivono nell’istituto di Volodarka.  Qui i bambini hanno la possibilità non solo di vivere dignitosamente e studiare ma anche di avere cure specializzate ed essere accompagnati grazie al programma di Adozione a Distanza Ucraina di Ai.Bi. al reinserimento in famiglia d’origine e, ove questo non sia possibile, all’accoglienza in famiglia affidataria e adottiva.

Nonostante il suo passato, Zhenia è un bambino molto dolce: studia e si impegna, fa amicizia facilmente. Gli piace giocare a calcio e praticare tutte le attività sportive. Un bambino come tanti suoi coetanei che s’impegna a buttarsi alle spalle un passato terribile nella speranza di poter tornare a casa dalla sua mamma.

I primi due appelli per lui sono, purtroppo, caduti nel vuoto. Ma noi non ci arrendiamo. Continuiamo a cercare un sostenitore a distanza che creda in lui. E, chissà, forse potresti essere tu. 

RICHIEDI INFO Oppure ATTIVA ADOZIONE A DISTANZA