Marocco. Abdellah. 10 anni. Troppi per trovare un sostenitore a distanza? Noi speriamo di no…

Per Abdellah il tempo sta passando. Ma il piccolo non perde la speranza di incontrare qualcuno che si prenda finalmente cura di lui

Abdellah, nato nel 2009, è stato affidato da suo padre alla Maison d’enfants Akkari, nella periferia di Rabat, in Marocco, perché la sua famiglia è molto povera e si trova in una situazione difficile: l’uomo è disoccupato e la madre ha problemi psichici. Insieme ad Abdellah, nel centro, vivono attualmente 244 bambini e ragazzi tra i cinque e i 18 anni, tutti abbandonati o orfani, insieme ad altri minori provenienti da realtà familiari disagiate dell’intera regione di Rabat-Salé.

Tutti alle spalle hanno, come Abdellah, storie di estrema povertà e disagio. Proprio per questo hanno bisogno di un sostegno e una persona che li prenda per mano. Abdellah, che ha ormai compiuto 10 anni, sta purtroppo ancora aspettando un sostenitore a distanza che si prenda cura di lui. Che gli possa garantire il supporto di cui ha bisogno. Infatti, anche se verso l’esterno Abdellah si mostra come un bambino solare, dentro il passato gli pesa come un macigno: per questo, ha il bisogno costante di ricevere la necessaria e adeguata assistenza da parte di uno psicologo.

E, forse, a cambiargli la vita potresti essere tu. Con l’Adozione a Distanza puoi restituire ad Abdellah l’infanzia che non ha mai avuto, le cure e l’assistenza che potranno aiutarlo a vincere i suoi fantasmi interiori.

Abdellah chiede solo di essere un bambino come tanti, vuole andare a scuola, giocare, ridere e continuare a sperare di poter tornare, un giorno, a vivere con la sua famiglia. Abdellah chiede aiuto. Abdellah ha bisogno di te.

RICHIEDI INFO Oppure ATTIVA ADOZIONE A DISTANZA