Adozione a Distanza in Bolivia

Adozione a Distanza: Bolivia

La Bolivia è il Paese più povero dell’America Latina e con la maggior disuguaglianza sociale in termini di accesso alle risorse, salute, sviluppo economico, istruzione e aspettativa di vita. Il 45% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà e il reddito pro capite è inferiore ai 10 dollari al giorno. Su una popolazione di poco più di 11 milioni di persone circa il 40% sono minori. Uno Stato “giovane” con oltre 4 milioni di bambini e adolescenti sotto i 15 anni di età di cui, però, la metà vive in condizioni di estrema povertà e quasi 9 mila sono collocati in 196 istituti per l’infanzia nel Paese. Tra questi, circa 2 mila hanno meno di sei anni. Sebbene il 90% dei minori accolti abbia un familiare vivente, solo il 40% riceve visite e oltre il 21% ha trascorso tutta la vita in istituto.

Ai.Bi. è presente in Bolivia dal 1997 e dal 2003 è impegnata con progetti di Adozione e Sostegno a Distanza per migliorare le condizioni di vita dei minori accolti in due istituti di La Paz e garantire i loro diritti, primo tra tutti, quello di vivere e crescere in famiglia.

Cosa puoi fare in Bolivia? Adottare a Distanza un bambino o Sostenere a Distanza un centro di accoglienza.

Adotta a Distanza un Bambino in Bolivia

Appelli Adozione a Distanza in Bolivia

Nessun articolo trovato.

Gli interventi di Ai.Bi. in Bolivia

Centro di Accoglienza José Soria 

Il Centro di Accoglienza José Soria fu creato nel 1936 con il fine di accogliere gli orfani della Guerra del Chaco. Sorge in un quartiere residenziale di La Paz, la città dove vivono circa 3 milioni di persone.

Il centro ospita 40 tra bambini e bambine dai 5 ai 12 anni. Ha una piccola biblioteca dove i bambini fanno i loro compiti ogni pomeriggio.

Nonostante le limitazioni delle risorse, ogni bambino ha i suoi vestiti, dei giocattoli, il materiale scolastico e di pulizia. Le stanze da letto sono organizzate in modo che ogni bambino abbia uno spazio privato dove poter sistemare i suoi oggetti personali. Gli orari e le regole non sono rigidissime come in altri istituti. In generale si respira un’aria di tranquillità. Anche se non mancano mai le difficoltà.

L’istituto José Soria é amministrato direttamente dello Stato. A causa della mancanza di risorse umane ed economiche, l’istituto non puó rispondere in modo sufficiente ed adeguato alle necessità dei bambini che purtroppo non ricevono tutte quelle cure e quelle attenzioni di cui necessitano. E’ molto difficile fornire quell’attenzione personalizzata che richiede ogni bambino. Allo stesso tempo, non si lavora sulla restituzione del diritto a vivere in famiglia in quanto mancano le possibilità per un efficace intervento di investigazione sociale e reinserimento familiare. Anche il diritto all’identità non é rispettato poiché molti minori non hanno il certificato di nascita né la carta d’identità.

In tutte queste carenze è fondamentale l’intervento di Ai.Bi. per garantire attenzioni personalizzate e per lavorare affinché ogni bambino possa tornare ad essere figlio o attraverso il re-inserimento in famiglia o attraverso l’adozione nazionale prima ed internazionale in seconda istanza.

Attiva Sostegno a Distanza

News

Bolivia. Reychel: “Danzo per voi perché mi avete aiutato a tornare dalla mia mamma”

Bolivia. Reychel: "Danzo per voi perché mi avete aiutato a tornare dalla mia mamma"
La sorpresa di un ballo per salutare Reychel, pronta a tornare dalla mamma dopo un periodo difficile vissuto in diversi ... Leggi tutto

Bolivia. La letterina che dona speranza ad un bambino abbandonato

Bolivia. La letterina che dona speranza ad un bambino abbandonato
La vita di José Alejandro ha incrociato quella del suo sostenitore grazie al quale si sente speciale e amato e ... Leggi tutto

Centro di Accoglienza Niño Jesús 

Fondato nella città di La Paz nel 1968, il centro accoglie fino a 70 bambini, da 0 a 6 anni, in situazioni di abbandono e negligenza familiare, e giovani mamme sole. Con un edificio centrale e cinque casette, garantisce un ambiente di tipo familiare più idoneo alla crescita dei minori accolti. Grazie al Sostegno a Distanza, gli operatori di Ai.Bi. Bolivia supportano lo staff dell’istituto nella realizzazione di un Progetto di Vita Individuale assicurando a ciascun neonato e bambino accolto: cure e sostegno medico e psicologico personalizzato; indagini socio-familiari per il reinserimento in famiglia e il rilascio del certificato di nascita. La ludoteca del centro, allestita da Ai.Bi., è un importante spazio di gioco e un luogo di crescita.

Attiva Sostegno a Distanza

News

Bolivia. Ti scatto una foto per vederti di nuovo sorridere…

Bolivia. Ti scatto una foto per vederti di nuovo sorridere…
Questa settimana i bambini sostenuti da Ai.Bi. negli orfanotrofi boliviani si sono rilassati diventando protagonisti di una sessione di fotografia ... Leggi tutto

Bolivia. L’Altro mio figlio: la storia della piccola Danna, abbandonata dalla mamma a 12 mesi perché non sana

Bolivia. L'Altro mio figlio: la storia della piccola Danna, abbandonata dalla mamma a 12 mesi perché non sana
Accolta all’orfanotrofio Niño Jesús, ora grazie al Sostegno a Distanza è curata con l’amore e le attenzioni che ogni bambino, anche ... Leggi tutto

Bolivia. Anche i 70 bambini abbandonati del Niño Jesús hanno diritto ad essere visitati da un medico!

Bolivia. Anche i 70 bambini abbandonati del Niño Jesús hanno diritto ad essere visitati da un medico!
La salute dei nostri bambini è una cosa seria! Noi di Ai.Bi. facciamo di tutto per garantire ai piccoli ospiti ... Leggi tutto