Adozione a Distanza in Siria

#NONLASCIAMOLISOLI

Perché Adottare a Distanza in Siria

Ai.Bi. opera in Siria dal 2014 in supporto alle popolazioni civili nelle aree più colpite dalla guerra: prima a Homs e Aleppo e, oggi, nella zona di Idlib, ancora teatro di scontri. L’intervento di Adozione a Distanza assicura, in collaborazione con il partner siriano Kids Paradise, aiuti umanitari alle famiglie sfollate nei campi informali.

In Siria i due terzi della popolazione vive in povertà e oltre 11 milioni di siriani, di cui il 40% sono bambini, non hanno accesso ai servizi di base e ai beni di prima necessità.
Oggi, la situazione è resa ancora più drammatica a causa del terremoto di magnitudo 7,8 che il 6 febbraio ha colpito le regioni tra il nord della Siria e il sud della Turchia. I danni in Siria sono devastanti: oltre 4.500 le vittime, 8,8 milioni di persone colpite, di cui 3,7 milioni di bambini. Sono tantissimi i bambini rimasti orfani e le famiglie sfollate che con il gelido clima vivono e dormono per strada oppure sotto i ponti.
Per rispondere ai bisogni della popolazione siriana, abbiamo lanciato la campagna emergenziale #Nonlasciamolisoli.

In Siria grazie al tuo aiuto sarà possibile garantire:

Alimenti

Acqua potabile

Cure mediche

Scuola

Gioco

Adotta a Distanza i Bambini dei campi profughi

Operiamo nei distretti di Idlib, Harim e Maarat Misreen dove ci sono aree rurali con piccoli villaggi che nel tempo hanno visto crescere a dismisura la loro popolazione a causa del grande afflusso di sfollati. In un primo momento le famiglie che scappavano dal conflitto trovavano rifugio a casa di parenti o affittavano modeste dimore, con il tempo però, la scarsità di opzioni abitative ha obbligato molti a trovare riparo in rifugi di fortuna come scuole, moschee, stalle e magazzini. Infine le ultime ondate di sfollati non hanno trovato altra soluzione che proteggersi sotto tende sovraffollate (fino a 10 persone possono vivere nella stessa tenda) senza nessun accesso a servizi di base.

News dalla Siria

Siria. Il peggior Paese del mondo per attacchi alle scuole: 897 bambini uccisi nel 2019

Siria. Il peggior Paese del mondo per attacchi alle scuole: 897 bambini uccisi nel 2019
Nel Nord-Ovest del Paese vive nei campi profughi un milione di nuovi rifugiati interni in larga parte minori La Siria, ...

Siria. L’impegno di Ai.Bi. per prevenire il Covid 19 nei campi per sfollati del Nord-Ovest

Siria. L’impegno di Ai.Bi. per prevenire il Covid 19 nei campi per sfollati del Nord-Ovest
Distribuiti kit igienico-sanitari e presidi di protezione personale a oltre 330 famiglie, per un totale di 1980 persone. #Continuiamodaibambini In ...