BAMBINIXLAPACE ACCOGLIENZA in ITALIA

L'accoglienza in Italia

La situazione di guerra in Ucraina costringe molte persone, per lo più bambini donne e famiglie, a cercare un posto sicuro. In Italia dove è presente la comunità ucraina più grande d’Europea si prevede l’arrivo di migliaia fra famiglie, donne e bambini.

Oggi la richiesta maggiore di accoglienza è per mamme con bambini che stanno fuggendo, ma non si  esclude che possano arrivare anche minori soli ovvero bambini e ragazzi da 0 a 18 anni.

Non abbiamo tutte le certezze perché la situazione evolve di giorno in giorno ma abbiamo qualche informazione.

F.A.Q.

Chi arriverà in Italia?

Al momento abbiamo delle stime dell’UNHCR per cui 4 milione di sfollati, 368 mila sono entrati in Europa, molti di questi in Italia.  Dal nostro osservatorio stanno partendo per lo più donne con bambini e famiglie.

Ci sono dei requisiti minimi per accogliere?

Preferiamo non parlare di requisiti ma di raccolta delle disponibilità. Le persone che vogliono rendersi disponibili devono fare un minimo di autoanalisi per quanto riguarda lo spazio fisico, di tempo e di energie di cui possono disporre. Se hanno la volontà di accogliere un nucleo mamma bambino devono avere lo spazio idoneo. Ugualmente avere un letto in più per un bambino non è sufficiente se non si ha disponibilità di tempo da dedicare.

Si parla di bambini, arriveranno orfani?

Potrebbero arrivare bambini e ragazzi ed avendo età inferiore ai 18 anni sono nella categoria di minori soli non accompagnati. Non è detto che siano orfani e, tantomeno, che siano adottabili.

È possibile accogliere un bambino e poi adottarlo?

I minori che potrebbero arrivare non è detto che siano senza parenti in Ucraina e che siano adottabili.

L’accoglienza che viene richiesta è un’ospitalità temporanea.

Per le famiglie che hanno in corso un iter adottivo sconsigliamo di intraprendere l’accoglienza di un minore per evitare che questo possa in qualche modo impossibilitare il percorso che già hanno iniziato nella misura in cui arrivasse la proposta di abbinamento o la partenza per il paese di destinazione in caso di adozione internazionale.

Come si fa ad accogliere con voi?

Si partecipa al webinar informativo in cui si acquisiscono un po’ di informazioni e in cui viene presentato il percorso formativo e i vari step. Si scrive alla mail indicata durante il webinar per dare la propria adesione e al corso di formazione, vi verrà mandato un questionario di disponibilità che serve a noi per creare “la classe” del corso che vorremmo essere omogenea per territorio e, se possibile, conformazione di accoglienza.. Dopo aver partecipato al corso ci saranno alcuni colloqui di conoscenza con la nostra equipe.  L’iter sara’ calibrato a seconda della propria disponibilita di accoglienza ovvero un percorso per chi accoglie mamma bambino e uno diverso per chi si rende disponibili per i soli minori.

Il corso di formazione com’è strutturato?

Il corso gratuito sarà di 6/8 ore on-line in momenti serali o nel we. Affronteremo alcuni aspetti di contesto culturale e geopolitico, aspetti legali e psicosociali. I moduli sarnno calibrati a seconda della disponibilita di accoglienza ovvero un percorso per chi accoglie mamma bambino e uno diverso per i soli minori

Quanto tempo passa dal corso all’attivazione dell’accoglienza sia essa un nucleo o un bambino?

Difficile parlare di tempistica. Al momento la necessità maggiore è l’accoglienza di nuclei mamma bambino, e i tempi per chi si rende disponibile in tal senso potrebbero essere rapidi

Si può accogliere in tutta Italia?

Ci si può candidare, anche se presumibilmente i profughi arriveranno via terra dal nord Italia e potrebbe essere che siano in quei territori la grossa necessità. In ogni caso la nostra associazione è organizzata per poli regionali dove abbiamo le nostre equipe che possono poi seguire le accoglienze , pertanto daremo priorità ai quei territori.

Chi accoglie avrà un rimborso spese come avviene per l’affido familiare?

Non sappiamo se questa forma di accoglienza verrà equiparata all’affido per cui in questo momento non lo considereremmo fattibile, qualora poi avvenisse meglio!

Sono previste norme a tutela dei lavoratori come per l’affido e l’adozione?

Per il momento non sappiamo se questa forma di accoglienza verrà equiparata alle altre forme di genitorialità per cui, al momento, non sono previsti congedi parentali e/o maternità

Possiamo raccogliere aiuti materiali da inviare nei paesi dove operate?

Al momento raccogliamo presso la sede di San Giuliano M.se  SOLO generi alimentari.

Vuoi renderti disponibile?

Se vuoi mettere a disposizione gratuitamente una casa, un appartamento per un nucleo familiare in fuga COMPILA IL FORM

Se vuoi accogliere un nucleo mamma-bambino a casa tua è necessaria la partecipazione ad un primo momento informativo “Emergenza Ucraina: l’accoglienza di bambini e famiglie” che illustra il percorso che offriamo. I webinar sono gratuti e li stiamo organizzando quasi quotidianamente per dare risposta a tutti quelli che ci contattano.  Se non trovi posto subito, abbi pazienza e monitora il sito FARIS,, cerchiamo di organizzarne il più possibile. ISCRIVITI QUI

Se vuoi accogliere un minore solo non accompagnato a casa tua è necessaria partecipazione ad un primo momento informativo “Emergenza Ucraina: l’accoglienza di bambini e famiglie” che illustra il percorso che offriamo. I webinar sono gratuti e li stiamo organizzando quasi quotidianamente per dare risposta a tutti quelli che ci contattano. Se non trovi posto abbi pazienza e monitora il sito FARIS, cerchiamo di organizzarne il più possibile. ISCRIVITI QUI

 

Ci state contattando a centinaia, grazie per questa bella gara di solidarietà!

Utilizzare i canali sopradescritti dei form e/o dei webinar in modo da aiutarci nella gestione dei contatti

e questa pagina sarà in costante aggiornamento seguici per sapere le novità

Grazie infinite !