Siria: bambini vittime di violazione del diritto internazionale. Ai.Bi. grida “Non Lasciamoli Soli!”

2,1 milioni di bambini siriani non sono mai andati a scuola; la maggior parte di loro è nato sotto le bombe, senza mai conoscere la tranquillità e la spensieratezza dell’infanzia. Con il peggiorare del conflitto Ai.Bi. dice “Non Lasciamoli Soli!”

siria, tra bombe chimiche e 'intelligenti', i bambini hanno bisogno di aiutoBambini vittime di violazioni del diritto internazionale”: sono le dichiarazioni di Virginia Gamba, rappresentante speciale del Segretariato Generale per i minori e i conflitti armati, che, al Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha descritto la gravità delle violazioni dei diritti umani subite dai bambini siriani.

Dall’inizio del 2018, più di 60 bambini sono stati uccisi o mutilati; dall’inizio del conflitto, il totale ammonta a circa 7mila vittime . Bambini che non hanno mai conosciuto la parola “pace”, che non hanno mai conosciuto un ambiente scolastico, una gita o una giornata all’aria aperta.

Bambini, cui Ai.Bi. tende costantemente la mano grazie al progetto “Non Lasciamoli Soli” che, in collaborazione con i partner locali, ha consentito di portare aiuti umanitari a oltre 60 mila bambini siriani sfollati e alle loro famiglie.

Il dramma siriano sembra non trovare fine. E’ in corso una delle più efferate stragi di bambini della storia: sostieni il progetto “Non Lasciamoli Soli”, schierati dal lato di chi non dimentica i bambini siriani e le loro famiglie.

Fonte: Ansa.it