Il Bocciolo

Un luogo dove rifiorire come donna e come madre

Nel percorso vengono accompagnate a riscoprirsi donne per poi essere madri, madri che sanno come e cosa i propri figli hanno bisogno.
L’Appartamento per l’Alta Autonomia “Il Bocciolo” ha l’obiettivo di prevenire l’abbandono e sostenere la maternità attraverso il mantenimento ed il sostegno della relazione mamma-bambino. Le donne vengono accompagnate nel imparare a gestire situazioni di sofferenza e difficoltà per ri-costruire un percorso di vita stabile e sereno per se stessa e per i propri figli.
I nuclei ospiti dell’appartamento “Il Bocciolo” hanno, generalmente, già svolto un percorso in comunità mamma- bambino dove sono stati affiancati ed aiutati a ritrovare l’equilibrio e la stabilità in tutti gli aspetti di fragilità della relazione. Con il passaggio in autonomia, le donne acquistano maggiore sicurezza e consapevolezza delle proprie capacità e degli obiettivi raggiunti, sperimentando una maggiore autonomia nella gestione del nucleo. L’educatore affianca le mamme per prepararle ad affrontare la vita con il proprio bambino in modo totalmente autonomo ma con i giusti strumenti e le capacità acquisite nel tempo.

Dona Ora

Anna ha subito violenze da quando aveva 6 anni. Dopo anni, incubi ricorrenti e l’impossibilità di dormire, chiede aiuto e si confida con la mamma che, invece di accoglierla la fa sentire giudicata. A 16 anni rimane incinta, ma il compagno molto più grande di lei è violento e, dopo ripetuti scontri fisici e verbali, decide di scappare. Dorme per mesi in uno scantinato con sua figlia di soli 8 mesi. Il suo datore di lavoro la convince ad andare dai servizi sociali. A 19 anni entra nella nostra comunità mamma bambino e con difficoltà e sacrificio oggi, dopo due anni, si è trasformata da adolescente impaurita e fragile a donna in grado di prendersi cura della sua vita e di quella di sua figlia Martina. E’ accolta presso Il Bocciolo.