Bolivia. José Alejandro, vittima innocente della tossicodipendenza della madre, vuole scommettere sul suo domani

appello sostegno a distanza BoliviaAveva soltanto 2 anni quando è entrato in istituto. E quell’ingresso, di fatto, è stata la sua salvezza, dato che fino a quel momento il piccolo José Alejandro viveva in mezzo alla strada con la sorella e la madre tossicodipendente. Una fragilità che ha segnato inevitabilmente anche l’esistenza del bambino fin dalla nascita, visto che il consumo di droga in gravidanza, che ha fatto sua mamma, ha avuto delle conseguenze neurologiche anche su José, che ora ha un deficit di attenzione ed è iperattivo.

La sua storia presente è fatta, anche per questo, di tanti ‘no’ alla sua adozione, nonostante il piccolo sia stato dichiarato adottabile. Finora non ha trovato nessuna famiglia disposta ad accoglierlo, ma lui non demorde: sa che il domani può riservargli nel momento più inaspettato la sorpresa tanto attesa e desiderata!

Attualmente, José Alejandro è seguito da vari specialisti: psicologo, fisioterapista e logopedista e, grazie al loro aiuto, ha ottenuto notevoli miglioramenti. Oggi che ha quasi 10 anni è più indipendente e motivato ad imparare cose nuove.

Proprio così vogliamo vederlo crescere: sorridente e fiducioso nel futuro. Per questo, contiamo su di te e sull’aiuto concreto che potrai darci attraverso l’adotta un bambino a distanza, per poter continuare ad accompagnare nel migliore dei modi José Alejandro nella sua vita.

RICHIEDI INFO Oppure ATTIVA ADOZIONE A DISTANZA