Adozione a Distanza in Bolivia. Mateo Nicolas, solo 7 mesi, ma già con una tragica storia di abbandono sulle piccole spalle

Nato da una ragazza di strada, a sua volta abbandonata, in attesa che qualcuno lo possa far diventare un vero figlio, spera nella generosità di un sostenitore a distanza per iniziare a credere in un diverso futuro

Una Adozione a Distanza in Bolivia per un bambino vittima della peggiore tragedia che possa capitare a un minore: l’abbandono. Un abbandono che, per il piccolo Mateo Nicolas, è in realtà una storia di famiglia che si ripete: sua madre fu abbandonata dai suoi genitori e crebbe in diversi centri di accoglienza, senza mai conoscere il vero amore di una famiglia. Ai 15 anni fuggì da un centro di accoglienza per ragazzine e cominciò una vita da sola, senza l’aiuto di nessuno. Due anni dopo viveva per strada e soffriva di gravi problemi per il consumo di alcol e droghe.

Messa incinta dal compagno, un altro ragazzo di strada, abbandonò il figlio per dargli l’opportunità di avere una vita diversa dalla sua, cercando aiuto in un centro per madri adolescenti, dove fu accolta durante la gravidanza. Gli addetti cercarono a motivarla a prendersi cura del proprio figlio. Tuttavia, alcune settimane dopo la nascita di Mateo la mamma rinunciò alla maternità, spiegando al Garante dell’Infanzia che preferiva che il piccolo fosse adottato.

Per il bimbo si spalancarono le porte dell’istituto Niño Jesús, dove tutt’ora è accolto. La madre, già tre giorni dopo averlo lasciato, tornò a riprenderlo, spiegando che, tuttavia, non poteva garantire le condizioni economiche necessarie a prendersi cura del pargolo e avviò un percorso terapeutico con lo staff dell’ufficio del Garante. La donna alterna tutt’ora momenti in cui vorrebbe prendersi cura del figlio con altri in cui cade nelle dipendenze. Nessun altro parente del bimbo si è mai presentato chiedendo di vederlo.

Adozione a Distanza in Bolivia: Mateo oggi è sorridente ma aspetta te

Il piccolo Mateo, seguito dallo staff dell’istituto, è oggi un bimbo sorridente e in salute di sette mesi. Per garantire a lui le cure necessarie a crescere protetto e formarsi, nell’attesa che, magari, la sua situazione famigliare cambi o che venga destinato all’adozione, Ai.Bi. – Amici dei Bambini è alla ricerca di un generoso sostenitore a distanza che possa, con il suo piccolo ma grande contributo, donare una speranza a questo bimbo.

E, forse, con l’Adozione a Distanza in Bolivia, quella persona potresti diventare proprio tu.

RICHIEDI INFO Oppure ATTIVA ADOZIONE A DISTANZA