Adozione internazionale. “Ho già fatto tanti corsi. Perché fare anche quello di Ai.Bi.?”

Nella maggior parte degli appuntamenti preparatori si parla dei genitori e delle loro aspettative. Dimenticandosi dei bambini e delle loro necessità

Secondo incontro dedicato ai minori adottati“Di corsi di formazione alla adozione internazionale, ne ho fatti già tanti, perché devo fare il vostro corso prima di conferirvi il mandato?”. La domanda, riferita al corso “L’incontro con mio figlio viene a volte avanzata dalle coppie che si approcciano per la prima volta al mondo di Ai.Bi. – Amici dei Bambini nell’ottica di un iter di adozione internazionale.

Il perché in realtà è molto semplice. Nella maggior parte dei corsi di formazione, purtroppo, si parla soprattutto della coppia. Mai, o quasi, del bambino che dovrà essere adottato. Dei suoi desideri e delle sue aspettative. Dei suoi problemi.

Chi lo dice? È scritto nelle decine di relazioni dei servizi sociali che ogni settimana pervengono nelle sedi di Ai.Bi. dalle coppie di varie città italiane. Le domande, i temi affrontati durante gli incontri, riguardano quasi esclusivamente la coppia e le sue, di aspettative. Tutto ciò non prepara invece a quella che sarà la principale difficoltà che i futuri genitori si troveranno ad affrontare: l’incontro con il proprio figlio!

Il corso di Ai.Bi. vuole proprio porre al centro il futuro figlio, rendendolo assolutamente reale, se necessario smontando quella immagine che ciascuno di noi ha realizzato nella propria mente.

È un corso “intensivo”, una vera “full immersion” della durata di due giorni, non certo uno sforzo sovrumano se si pensa a quanti fine settimana si perdono inutilmente in un anno, tra centri commerciali e altre questioni superficiali. “Perderne” uno per preparare il momento più importante della propria vita, l’incontro con il proprio figlio, non sarà certo un sacrificio… anzi…

Per maggiori informazioni sui corsi e relative date di svolgimento nelle varie sedi Ai.Bi. clicca qui.