Bolivia. Finalmente al parco: i 30 minori del Niño Jesús e il loro diritto di essere bambini!

Grazie all’Adozione a Distanza, i bambini dell’orfanotrofio Niño Jesús hanno potuto realizzare il loro “diritto allo svago”, imparando a condividere i propri giochi con i coetanei, sviluppando e potenziando la propria motricità e le abilità sociali

 In Bolivia, i piccoli ospiti dell’orfanotrofio Niño Jesús, ricorderanno il 24 settembre 2021 come una data davvero speciale. Per la prima volta, infatti, i bambini, dopo due anni di isolamento dovuto alla pandemia da coronavirus, sono potuti uscire dalle loro casette per andare al parco.

È stata un’esperienza emozionante sia per i minori che per lo staff di Amici dei Bambini in Bolivia, che li ha accompagnati. Secondo il programma previsto, ogni settimana, i bambini usciranno dall’orfanotrofio ed ogni piccolino sarà accompagnato da un responsabile.  

Bolivia. La prima uscita al parco

Il 24 settembre, per la prima uscita al parco, i bambini erano in 5. Tra loro c’era anche Carmen, 4 anni.  È uscita un po’ timida dall’orfanotrofio, in macchina ha detto che voleva vedere le papere, forse per lei era la prima volta.  Nel momento in cui è arrivata ​​al parco il suo viso si è illuminato, era eccitata, mentre camminava ha visto le altalene, gli scivoli e tutti gli altri giochi…  Carmen con il suo sguardo osservava tutto. Correva, andava alle altalene, si infilava su tutti gli scivoli, inclusi quelli dei bimbi più piccoli. 

Era talmente contenta, che la sua “mamita” ha avuto difficoltà a staccarla dai giochi anche per l’ora della merenda! Gustava la merenda e con gli occhi continuava a guardare i giochi, immaginando chissà quali avventure.

Dopo aver mangiato, per digerire, tutti i bambini sono andati a vedere le anatre e a fare una passeggiata tra le barche nella Laguna. Carmen era sorpresa e non riusciva a smettere di ammirare ed emozionarsi.

Bolivia. Un’Adozione a Distanza per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio Niño Jesús

Al parco, i bambini ospiti dell’orfanotrofio si sono davvero molto divertiti e lo staff di Ai.Bi. ha potuto avere una nuova conferma di quanto sia essenziale per i minori “il diritto allo svago”, non solo per il fatto di giocare ma anche per quello che questo comporta: poter condividere i propri giochi con i coetanei, sviluppando e potenziando la propria motricità, le abilità sociali, il saper rispettare il proprio turno nei giochi, ecc.

Un’uscita come questa, che per tanti bambini può essere normale consuetudine, così non è per i piccoli ospiti del Niño Jesús. Grazie al sostegno dei donatori italiani che hanno deciso di Adottare a Distanza i piccoli ospiti dell’orfanotrofio (30 bambini, da 0 a 6 anni, in situazioni di abbandono e negligenza familiare), tutto questo anche per loro è diventato possibile!

Adotta anche tu a Distanza i minori dell’orfanotrofio Niño Jesús! Con 25 euro al mese, meno di un caffè al giorno, potrai aiutare ogni “altro tuo figlio” ad essere curato, seguito ed accudito al meglio nell’attesa che si realizzi il sogno più grande: rinascere nuovamente figlio!

Adotta un orfanotrofio a Distanza