Bolivia. Masiel e il gattino Choco, un urlo al bisogno di famiglia

Masiel e gli altri bambini accolti al José Soria stanno ricostruendo la loro storia grazie anche al proprio album fotografico, voluto e valorizzato dallo staff del Centro. Tutto ciò è possibile grazie al Sostegno a Distanza

La Bolivia è il Paese più povero dell’America Latina e con la maggior disuguaglianza sociale in termini di accesso alle risorse, salute, sviluppo economico, istruzione e aspettativa di vita. Uno Stato “giovane” con oltre 4 milioni di bambini e adolescenti sotto i 15 anni di età di cui, però, la metà vive in condizioni di estrema povertà e quasi 9 mila sono collocati in 196 istituti per l’infanzia nel Paese.

Ai.Bi. è presente in Bolivia dal 1997 e dal 2003 è impegnata con progetti di Adozione e Sostegno a Distanza per migliorare le condizioni di vita dei minori accolti in due istituti di La Paz e garantire i loro diritti, primo tra tutti, quello di vivere e crescere in famiglia. Il centro di accoglienza José Soria fu costruito per gli orfani della guerra del Chaco della città di La Paz, oggi accoglie fino a 60 bambini e bambine tra i 6 e i 12 anni, vittime di abuso, maltrattamenti o abbandono. Ai.Bi. affianca il centro nella realizzazione di Progetti di Vita Individuali volti al ricongiungimento familiare o all’accoglienza in una nuova famiglia, garantendo a ciascun bambino un sostegno psicologico, scolastico, medico e educativo personalizzato. Grazie al Sostegno a Distanza, gli operatori di Ai.Bi. Bolivia supportano lo staff  dell’istituto nella realizzazione di indagini volte al reinserimento famigliare, e nelle procedure di rilascio del certificato di nascita.

Masiel è una bambina di 10 anni, vive al José Soria dove è stata trasferita un anno fa circa in quanto il Centro di Accoglienza dove risiedeva é stato chiuso per problemi economici. Inizialmente Masiel ha avuto difficoltà ad adattarsi ai suoi nuovi compagni e, per distrarsi e sentirsi utile, ha trascorso del tempo prendendosi cura del gattino del Centro chiamato Choco. Si è molto affezionata a lui, tanto da farne un bel disegno e regalarlo all’assistente sociale del Centro la quale ha apprezzato il gesto e dato valore a questa bellissima amicizia tra Masiel e Choco. L’operatrice ha poi scattato una foto al disegno e l’ha inserita nell’album della piccola. Grazie al Sostegno a Distanza, infatti, viene data molto importanza a quest’ultimo in quanto testimonianza e racconto della storia di vita dei minori accolti nel Centro di Accoglienza, bambini che altrimenti non avrebbero radici e ricordi a cui aggrapparsi per guardare al futuro con fiducia.

Diventa anche tu un sostenitore del centro di accoglienza José Soria, potrai seguire e accompagnare ogni giorno la vita, i progressi e le difficoltà dei 60 bambini abbandonati accolti, e soprattutto la loro gioia quando incontreranno la loro nuova famiglia adottiva. Ogni mese riceverai un report che ti permetterà di essere aggiornato costantemente. Per te un caffè in meno al giorno, per i ” 60 altri tuoi figli” la speranza per una vita in famiglia.

RICHIEDI INFO Oppure Attiva un Sostegno a Distanza