Bonus asili. De Palo (Forum Famiglie): “Non cambia nulla, non rilancia la natalità”

“Quando resteranno vuoti, perché non ci saranno bambini a occuparli, che ce ne faremo dei nidi?”

famiglia, il Forum chiede al Governo nascente che istituisca un Ministero per la FamigliaL’incremento del bonus per gli asili nido? “Non incide, non rilancia la natalità, non va a migliorare la vita delle famiglie. In sostanza non cambia nulla”. La netta stroncatura del provvedimento recentemente annunciato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, è arrivata da Gigi De Palo, presidente del Forum delle associazioni familiari, che ha spiegato il suo punto di vista con un’intervista e poi un intervento su Famiglia Cristiana. Secondo De Palo, infatti, “Non si può vendere come un grande vittoria destinare 2,8 miliardi per i prossimi tre anni in una situazione drammatica come quella che stiamo vivendo in Italia. Se non ci fosse l’emergenza demografica, se l’Italia fosse un paese che ha politiche familiari notevoli allora sì, ma nella situazione che stiamo vivendo è quasi una presa in giro”.

È palpabile, nelle sue parole, il rammarico per il rinvio dell’assegno unico per ogni figlio. “Fino a pochi giorni fa – dice De Palo – si era parlato di assegno unico, con delle cifre molto diverse. Quella presentata è una manovra che darà un assegno unico solamente per i nuovi nati, cioè una manovra identica a quella dell’anno prima che è sua volta identica a quella dell’anno ancora prima. Vengono previsti tre miliardi per il bonus epifania, soldi dati alle persone che utilizzano il bancomat invece che i contanti, meno per una cosa che dovrebbe invece essere più importante e più grande. Allora ci si chiede quale sia la priorità. Non si comprende che il bene comune non è la somma degli interessi particolari. Gli interessi particolari dei pensionati (quota 100), gli interessi particolari dei disoccupati (reddito di cittadinanza), dei sindacati (cuneo fiscale), non sono il bene comune. Il bene comune è una visione d’insieme che ha il coraggio di investire parecchie risorse”.

“Quando resteranno vuoti, perché non ci saranno più bambini a occuparli, che ce ne faremo dei nidi?”, chiosa ancora De Palo in un altro intervento, sempre su Famiglia Cristiana, a proposito del bonus. “Non saranno 500 milioni di euro a cambiare la vita delle famiglie con figli (…) l’aumento del bonus per le rette dei nidi, peraltro limitato ai nuclei famigliari sotto i 40mila euro di ISEE, è riduttivo”.