Vince al Gratta e Vinci e dà 5 milioni in beneficenza. Scopri la campagna lasciti di Ai.Bi.

E’ la storia finita su tutti i giornali di una signora di 50 anni della provincia di Grosseto. Vince 5 milioni di euro e li da in beneficenza.

Svuotare le tasche e riempirsi il cuore aiutando chi è più in difficoltà non ha prezzo e arricchisce più di 5 milioni di euro.

Lo sa bene la 50enne di Grosseto che, dopo una vita di stenti e di piccoli lavoretti per sbarcare il lunario, vince 5 milioni di euro con un “Gratta & Vinci” e sceglie di compiere un atto di solidarietà: aiutare parenti e conoscenti bisogni,  poveri e persone disabili.

Dopo essersi comprata la casa da cui rischia lo sfratto, la signora ha deciso di utilizzare una parte della vincita per aiutare chi ha più bisogno. “Voglio che ciò che non ho potuto avere io in vita mia, ora l’abbiano gli altri” ha detto e così in pochi minuti la lista di parenti e conoscenti bisognosi si è riempita di nomi. Ma c’è un progetto ancora più importante per la signora “costruire un centro per disabili nelle campagne maremmane, ristrutturando un vecchio podere, e un asilo gratuito per i figli delle famiglie in difficoltà, un ristorante per i lavoratori portatori di handicap, una piscina per la riabilitazione e una pista per l’ippoterapia ”.


Sogna e progetta in grande la cinquantenne di Grosseto, così come è grande il suo senso di responsabilità verso chi ha più bisogno. Un sentimento che accumuna a quanto pare buona parte della sua generazione e di quelle prima di lei che negli ultimi anni hanno intrapreso sempre di più la strada della solidarietà testamentaria: una filantropia che diventa, realmente, a portata di tutti e dà la possibilità di contribuire in maniera significativa al raggiungimento di un “bene comune” anche a chi si trova in una condizione economica, sociale, culturale e professionale non privilegiata come quella dei grandi filantropi con grandi patrimoni.

Lo confermano le testimonianze di chi ha conosciuto Caterina Iudicello e Angela Orsini, che con il loro lascito testamentario hanno dato un  contributo tangibile nella lotta all’abbandono. Grazie alla loro scelta di solidarietà oggi tanti bambini e mamme in difficoltà hanno un casa, la Family House di Ai.Bi., che li accoglie e protegge.

Scopri la campagna lasciti di Amici dei Bambini La mia famiglia, l’ho ereditata, da te, patrocinata dal Consiglio Nazionale del Notariato e richiedi la guida ai lasciti solidali che dà indicazioni dettagliati su come fare un lascito solidale chiamando il numero 02 988221 o scrivendo a lasciti@aibi.it.