Italia. Per i ragazzi di casa Pinocchio è finalmente iniziato un vero anno scolastico!

Ringraziamo tutti i donatori che grazie al loro sostegno ci hanno consentito di vivere un’estate all’insegna di tante belle esperienze! Continuate a stare al nostro fianco: ora aiutateci a studiare!

Non sembra vero! I nostri 8 ragazzi sono molto contenti. Finalmente la scuola inizia ed in presenza!”. Sono queste le parole di un educatore di Casa Pinocchio che tira un sospiro di sollievo dopo una lunga estate vissuta a ridosso di un periodo nero chiamato lockdown…

La gioia dei ragazzi è data non solo dal poter incontrare i propri compagni, bensì nel riprendere “quasi” una normale quotidianità.

Ci si sveglia presto: alle ore 6.00, qualcuno fa un’abbondante colazione, altri preferiscono “rubare” un altro quarto d’ora di sonno, prima di uscire per andare a prendere l’autobus che li porterà a scuola. Verso le 13 iniziano a citofonare… per primi tornano i ragazzi che frequentano le medie e, dopo essersi lavati le mani, a tavola, si ripetono le ben ritrovate frasi di circostanza: “Come è andata a scuola? Tutto bene?”. Qualche silenzio tra commenti brevi e tanta fame, come è normale che sia per giovani adolescenti in piena età dello sviluppo.

Riprende un pezzetto di normalità per questi ragazzi ai quali dobbiamo guardare con attenzione, perché sono giovani cittadini dai quali dipenderà il nostro futuro.

 L’importanza dei docenti e di noi adulti nella vita dei nostri giovani

Gli investimenti “sul tema scuola” non sono mai abbastanza e occorre tenere ben presente quanto anche i docenti siano importanti nella “costruzione” dei nostri giovani. Pertanto, oltre che ai nostri ragazzi di Casa Pinocchio, “facciamo un in bocca al lupo a tutti gli insegnanti che li incontreranno lungo il loro cammino. Portate pazienza, date loro fiducia! Vedrete che vi ripagheranno”.

Ringraziamo tutti i nostri donatori che grazie al loro sostegno ci hanno consentito di vivere un’estate all’insegna di tante belle esperienze ricreative! Ora state al nostro fianco anche nel momento del “nostro” dovere: aiutateci a studiare!

 Che cos’è Casa Pinocchio?

 Casa Pinocchio è un servizio di accoglienza residenziale per minori ed adolescenti lontani o allontanati dalle famiglie di origine che hanno bisogno di un breve periodo di tempo per sedimentare il loro vissuto, con l’obiettivo di accompagnarli nel percorso di crescita e verso l’accoglienza in una famiglia affidataria che temporaneamente possa prendersi cura di loro.

Il suo nome è ispirato al mondo delle favole. Casa Pinocchio ha, infatti, come modello di riferimento, il burattino nato dalla penna di Collodi, espressione di quel bambino solo e senza famiglia che, nel percorso dall’adolescenza all’età adulta, riconosce la genitorialità in Geppetto.

Inaugurata nel marzo 2016, oggi Casa Pinocchio ospita un massimo di 8 minori di età compresa tra i 14 e i 17 anni, garantendo loro un ambiente familiare e protetto, grazie alla presenza di educatori h 24.

I minori accolti sono seguiti con Progetti Educativi Individualizzati che puntano a rispondere ai loro bisogni specifici.

Sostieni anche tu i giovani ospiti di Casa Pinocchio, attiva un Sostegno di vicinanza in Italia. Con 10 euro al mese puoi farlo!

Sostieni a distanza