Kenya. Meshack e i suoi 3 fratelli tornano a casa dopo molti anni in un istituto

Grazie al programma di Sostegno a Distanza di Ai.Bi., Meshack, Shadrack, Abednego ed Eric sono potuti tornare a casa per le vacanze ed ora è giunto finalmente il momento di tornare a vivere in famiglia!

Amici dei Bambini, anche in Kenya, si impegna ogni giorno per garantire ai minori una famiglia, che sia la loro famiglia biologica o un affido presso un parente. Proprio come è accaduto con Meshack, Shadrack, Abednego ed Eric, quattro fratelli che hanno perso il loro papà da piccoli.

Dopo la morte del padre, la loro mamma ha deciso di tornare a casa dai suoi genitori, dove è stata colpita da una forte depressione che l’ha portata a trascurare i bambini. Sono state le suore ad accorgersi della situazione e a intervenire, riferendo il caso dei piccoli agli assistenti sociali.

Così per Meshack e i suoi fratelli si sono aperte le porte del centro di accoglienza Vijiji Home of Light, dove lo staff della struttura, supportato da Ai.Bi. si è preso amorevolmente cura di loro.


Meshack, Shadrack, Abednego ed Eric tornano a casa!

 Grazie al programma di Sostegno a Distanza di Amici dei Bambini e all’equipe multidisciplinare di base in Kenya, Meshack, Shadrack, Abednego ed Eric hanno iniziato prima, a tornare a casa per le vacanze dal nonno materno, poi, a fine 2019 il tempo è stato valutato maturo per una loro piena reintegrazione in famiglia.

Due fratelli sono tornati immediatamente a casa, Meshack é rimasto a Vijiji per poter concludere l’ultimo anno di scuola primaria e sostenere l’esame di stato, mentre Abednego ha iniziato il primo anno di scuola superiore.

Appena prima degli esami di stato, a causa del coronavirus, in Kenya il Governo ha imposto un nuovo periodo di lockdown della durata di un mese. Durante queste limitazioni, purtroppo l’amato nonno, loro tutore è venuto a mancare.

Per Meshack e Abednego è stata ancora più dura, perché sapevano di non poter correre a casa a salutarlo per l’ultima volta.

L’Assistente sociale e la psicologa di Ai.Bi. si sono subito mobilitate, dando conforto e sostegno ai due ragazzi. 

 Alla notizia della possibilità di poter riprendere gli spostamenti, il team di Ai.Bi., assieme allo staff di Vijiji e ai due bambini sono allora partiti alla volta di Mbooni, casa del nonno e della mamma.

A parte il saluto alla tomba del nonno, i bambini con la mamma e gli zii hanno avuto una lunga riunione familiare gestita dalla psicologa e dall’assistente sociale.

La mamma di Meshack è ora pronta a prendersi nuovamente cura dei suoi figli e a vivere con loro. Ora che il nonno purtroppo non c’è più, vuole prendersi tutte le sue responsabilità e non lasciarli più soli.

Noi di Ai.Bi. le staremo accanto e veglieremo su di loro. Il lavoro con le famiglie vulnerabili è imprevedibile, instabile e ricco di difficoltà, ma i risultati sono sorprendenti e il sorriso dei bambini che tornano a vivere con le loro mamme e i loro papà ci ripaga sempre di tutti gli sforzi!

Un Sostegno a Distanza per i bambini in difficoltà familiare accolti al Vijiji

Diventa anche tu un sostenitore del centro di accoglienza Vijiji Home of Light, puoi fare davvero la differenza per i ragazzi come  Meshack che non hanno una rete familiare in grado di sostenerli. Potrai seguire e accompagnare ogni giorno la vita, i progressi e le difficoltà dei 40 bambini abbandonati o in difficoltà familiare ospiti della struttura, grazie a report mensili infatti, sarai costantemente aggiornato sui progressi raggiunti e le difficoltà affrontate.

Attiva un Sostegno a Distanza, bastano 25 euro al mese.

Sostieni a distanza