Lecce. Don Gerardo Ippolito chiamato ad accompagnare spiritualmente il Gruppo Familiare Locale di Ai.Bi.

don gerardo ippolitoDa ottobre 2015 anche il Gruppo Famiglie Locali di Ai.Bi. Amici dei Bambini e de La Pietra Scartata del Salento ha un assistente spirituale. È don Gerardo Ippolito, titolare della parrocchia di San Giovanni Battista a Lecce, che ha ricevuto l’importante nomina dal vescovo della città salentina, Sua Eccellenza monsignor Domenico Umberto D’Ambrosio. Sarà don Gerardo, quindi, a guidare le famiglie adottive e affidatarie di Ai.Bi. e La Pietra Scartata nel loro percorso spirituale, accompagnandole con la parola di Dio nel difficile e meraviglioso compito di genitori accoglienti.

“Famiglie encomiabili che hanno deciso di mettersi al servizio dei bambini abbandonati”, le definisce don Gerardo, che si dice onorato di avere ricevuto la nomina dal vescovo e dimostra di avere ben chiaro quale sarà il suo compito. Percorrere insieme un cammino spirituale è importante – dice il sacerdote – perché aiuta ad affrontare i possibili momenti di difficoltà che possono subentrare, nelle famiglie adottive, dopo l’iniziale fase di euforia per l’arrivo di un nuovo figlio: è necessario aiutare questi genitori a credere che Dio sia sempre vicino a loro.

Don Gerardo – originario di Novoli, Comune alle porte di Lecce – è entrato per la prima volta in contatto con le famiglie di Ai.Bi. un  paio di anni fa, quando si formò il Gfl del Salento. “Amici dei Bambini – sottolinea don Gerardo – è una delle poche realtà che opera nel settore delle adozioni a essere anche così radicata nel mondo cattolico”. Ora è arrivata la nomina da parte del vescovo: “Un fatto importante – evidenzia il sacerdote – perché dimostra come monsignor D’Ambrosio, che rappresenta l’unità pastorale della Chiesa leccese, abbia accolto la missione di Ai.Bi. e de La Pietra Scartata.


E davanti all’attuale crisi dell’adozione internazionale, don Gerardo, da uomo di Chiesa, sente di consigliare agli aspiranti genitori adottivi un percorso di formazione spirituale. “Perché se una coppia ha deciso di rendere la propria vita un’esistenza votata alla donazione – spiega -, sente anche di dover andare oltre le difficoltà materiali che spesso frenano gli aspiranti genitori dall’intraprendere l’iter adottivo”.

A chiedere la nomina di don Gerardo ad assistente spirituale del Gfl Salento sono state tutte le famiglie del gruppo. “Affascinate dalla sua umanità – dice Cristina Carallo, mamma adottiva leccese – e certe del fatto che proprio don Gerardo può spiegarci come il Vangelo possa trasmetterci la consapevolezza del dono che noi coppie abbiamo ricevuto attraverso l’adozione”.

La nomina di don Gerardo Ippolito arriva dopo un biennio di incontri del Gfl Salento presso la parrocchia di San Giovanni Battista. “Questa occasione ha rappresentato l’ufficializzazione della presenza di Ai.Bi. e de La Pietra Scartata nella Diocesi leccese, in particolare nelle attività della Pastorale familiare – dice Antonio Gorgoglione, coordinatore regionale di Ai.Bi. Puglia -. È doveroso quindi un grande ringraziamento a monsignor D’Ambrosio”.