Littizzetto: “A George Clooney avrei regalato tante adozioni a distanza”

littizzettoRegalare un’adozione a distanza. È questo ciò che Luciana Littizzetto, celebre volto comico della televisione italiana, avrebbe donato a George Clooney per le sue nozze. Ospite della trasmissione radiofonica “Non è un Paese per giovani”, su Radio 2 Rai, l’attrice piemontese ha affrontato, con la sua consueta ironia, il tema del matrimonio tra il divo americano e l’avvocato anglo-libanese Amal Alamuddin, celebrate nel corso dell’ultimo week end di settembre nell’elegante cornice di Venezia.

Tutt’altro che nozze per pochi intimi, come ha sottolineato la Littizzetto: “Se proprio volevano fate un matrimonio super segreto – ha commentato –, non conveniva andare in Nepal? Altro che Venezia!” Poi lo scoop, ovviamente da fanta-gossip, tirato fuori dalla comica torinese: “In realtà – ha rivelato – George aveva chiesto prima a me di sposarlo, solo che io patisco la gondola e gli ho detto di no”.

Ma tra una risata e l’altra, Luciana non ha fatto mancare un momento di profonda sensibilità e, al contempo, un implicito appello alla nuova coppia di Hollywood a non dimenticare la sorte di milioni di bambini abbandonati nel mondo: “Quanto al regalo di nozze – ha detto – regalerei l’adozione a distanza di tanti bambini. Un appello che possiamo fare nostro e che, come Amici dei Bambini, rivolgiamo a tutti: ci sono 168 milioni di bambini nel mondo che non hanno un papà o una mamma, molti dei quali costretti a vivere tra le 4 mura di un istituto. In attesa che trovino una famiglia accogliente, aiutarli non è difficile: basterebbe un piccolo contributo per tornare a farli sentire amati, anche se a distanza. Il nostro Sostegno a Distanza serve proprio a questo: a donare un sorriso a chi l’ha perso!


 

Fonte: Corriere del Veneto