Manovra d’estate. I nuovi bonus per le famiglie

Il dl di agosto non dimentica di pensare alle famiglie, tra reddito di emergenza, bonus babysitter e un fondo per la formazione delle casalinghe.

Ricevuto il via libera, venerdì in tarda serata, dal Consiglio dei Ministri “salvo intese tecniche”, il decreto legge da 25 miliardi di euro, che introduce misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia post COVID-19, tra novità per agevolare i lavoratori e incentivi alle imprese, non dimentica di pensare anche alle famiglie.

L’ossatura del provvedimento è quindi stabilita, ma ci sono ancora alcune cose da verificare sui numeri e sulle procedure.

Quel che è certo è che il provvedimento contiene lo stanziamento dei fondi per rifinanziare una nuova quota del reddito di emergenza, garantendo così un’ulteriore tranche di 400 euro alle famiglie in difficoltà e la possibilità di richiedere la misura fino al 15 ottobre.


La sanità occupa poi un fetta importante del decreto legge. Ammonta a 482,5 milioni la quota prevista dal Governo per finanziare gli straordinari del personale medico, con l’obiettivo di smaltire le liste d’attesa delle attività che sono state rimandate a causa del Covid. Proprio a questo proposito, per aiutare le famiglie dei sanitari caricati di super lavoro, arrivano nuovi incentivi per il bonus babysitter dedicato alla categoria, con uno sforzo economico che ha visto triplicare le risorse messe a disposizione.

Tra le novità della manovra, anche la previsione di un fondo per la formazione delle casalinghe da 3 milioni di euro l’anno, istituito presso il ministero dell’Economia e finalizzato alla formazione e all’incremento delle opportunità culturali e dell’inclusione sociale delle donne che svolgono attività nell’ambito domestico, a titolo gratuito.