On line il nuovo sito di Ai.Bi. sul Sostegno a Distanza, per aiutare un bambino anche con il costo di un caffè al mese!

R. è da anni una sostenitrice a distanza di un bambino ucraino dell’istituto “Volo d’Arka”. I due sono molto legati, nonostante tutto. La sostenitrice non è però affezionata solo al “suo” bambino. È attaccata a tutti i piccoli ospitati nell’Istituto. D’altronde, come potrebbe essere altrimenti? Nel cuore dove c’è spazio per un bambino, c’è spazio anche per tanti altri.

R. si sente un po’ la mamma di tutti loro. Una mamma che ama, che si preoccupa e che vezzeggia i suoi bambini. Tanto da fargli una bellissima sorpresa: non potendo “fisicamente” organizzare per loro una festa, ha provveduto a inviare tutti gli “ingredienti”: i bambini, con i loro educatori, hanno potuto cucinare delle pizze per tutti che poi hanno mangiato durante un emozionante pizza-party.

Questa è una storia semplice e bellissima: ci sono molti modi per combattere l’abbandono e per ridare il sorriso ad un bambino. Uno di questi è proprio il Sostegno a Distanza.


Attraverso il Sostegno a Distanza chiunque, proprio chiunque, può contribuire a garantire una vita migliore a un bambino che vive in un Istituto: proprio per questo Ai.Bi. ha immaginato tre possibili sostegni, uno da 50€, uno da 25€ e uno da 1€ al mese.

Con il primo sostegno si diventa unici sostenitori di un bambino con cui si può comunicare e di cui si può seguire il percorso di crescita. Gli si può donare l’amore che si donerebbe a un figlio, creando così un rapporto unico, speciale e privilegiato. Con soli 25€ al mese si può invece diventare sostenitori di un intero progetto di accoglienza: case-famiglia, Centri Diurni alla famiglia, le Comunità mamma-bambino o i Gruppi Appartamento, e comunicare direttamente con tutti gli operatori di Ai.Bi. che si trovano sul posto, per essere sempre sicuri di quello che succede all’interno del progetto scelto.

E per i più giovani? Ai.Bi. ha ideato il progetto di sostegno ideale per loro: con 1 solo euro al mese, solo 12€ all’anno, si può sostenere un progetto in “squadra” con altre 24 persone che hanno scelto la stessa donazione. Con questo sostegno si può anche accedere ad AibiSocial, il primo, innovativo Social Network dedicato al Sostegno a Distanza: il tutto con il costo di un caffè al mese!

Tutti coloro che sono sostenitori o che vorrebbero diventarlo hanno da oggi uno strumento in più: il nuovissimo sito dedicato al Sostegno a Distanza https://www.aibi.it/sostegno-a-distanza/. Vi si potranno trovare tutte le informazioni utili, assieme a dettagliate schede di ogni progetto. Grazie al nuovo sito i sostenitori diventano protagonisti: tutti potranno contribuire raccontando le proprie storie e testimonianze di sostenitori, proprio come quella che vi abbiamo raccontato. Sostenere a distanza vuol dire regalare la speranza di essere parte di una famiglia!