Ultima ora. Arriva anche il bonus matrimoni

Con le modifiche al Decreto Sostegni bis viene introdotto il bonus matrimoni: un contributo a fondo perduto per gli operatori e la possibilità per gli sposi di detrarre il 25% delle spese sostenute

Il Decreto Sostegni bis è una misura che contiene al suo interno tantissime indicazioni di intervento, modifiche, contributi… sui più svariati campi. Indicazioni che, con gli emendamenti e le proposte di modifiche presentate dalle diverse forze politiche, sono in continuo cambiamento.

In arrivo il bonus matrimoni

Tra le proposte in discussione proprio in questi giorni c’è quella relativa la cosiddetto bonus matrimoni, pensato per ridare vigore a un comparto molto colpito dalla pandemia e dalle restrizioni.
Ora che le riaperture stanno cominciando a far ripartire tutto il settore, il bonus matrimoni potrebbe essere davvero un sostegno decisivo per recuperare il terreno perduto e rilanciare la “wedding economy” che, secondo le stime, in Italia vale circa 5 miliardi di euro.
L’ipotesi presentata è quella di introdurre un contributo a fondo perduto per gli operatori del settore e una detrazione per le spese connesse al matrimonio sostenute dagli sposi.

Le detrazioni per le spese previste nel bonus matrimoni

Si parla di una detrazione del 25% dall’imposta lorda, per un ammontare totale che non può essere superiore a 25 mila euro.
La detrazione è relativa alle spese effettuate negli anni 2021, 2022 e 2023 per quanto riguarda il catering, la ristorazione, gli addobbi floreali, gli abiti da sposi, il trucco e l’acconciatura, il servizio fotografico, il servizio di wedding planner.


Come si vede, dall’elenco pare siano escluse le bomboniere. Ma, per quelle, una soluzione già c’è: le bomboniere solidali di Ai.Bi, che permettono, con una donazione, di avere un ricordo indelebile della giornata e, soprattutto, di fare un gesto di solidarietà nei confronti dei bambini abbandonati che Ai.Bi. sostiene con i suoi progetti. Tutte le donazioni godono delle agevolazioni fiscali previste per Onlus e ONG. La detraibilità, in particolare, prevede un limite massimo di 30.000 euro per anno fiscale, fino al quarto. Tutte le informazioni si possono trovare a questa pagina.

Guarda tutte le bomboniere solidali