Adozione internazionale. Da dove ricominciare se il bambino in affido è tornato in famiglia?

Cara  Ai.Bi.,

anni fa, io e mio marito, abbiamo ottenuto il decreto di idoneità per l’adozione (nazionale e internazionale) e abbiamo avuto in affido a rischio giuridico un bambino, che successivamente ha avuto il rientro in famiglia.
Sono stati strani i sentimenti provati, tra la gioia per lui ma una certa sofferenza per noi.
Oggi siamo pronti a rimetterci in gioco con l’adozione ma… dobbiamo rifare tutto il percorso? Da dove cominciare?

 

Loredana e Stefano

Cari Loredana e Stefano,


la forza di ricominciare dopo un reinserimento familiare è segno del grande amore che avete dato e che potete e volete continuare a dare!

Il decreto di idoneità all’adozione internazionale deve essere attivato entro un anno dalla data della notifica presso un ente autorizzato: vista la particolarità del vostro caso, la sua validità non ha scadenza fino alla completa realizzazione del progetto adottivo; al contrario, se non viene conferito l’incarico ad un ente autorizzato entro il termine previsto,  il decreto cessa la sua efficacia  e, nel caso ci si voglia ricandidare all’adozione è necessario ricominciare tutto l’iter dall’inizio.

Il primo passo quindi è quello di ricontattare i servizi sociali del vostro territorio e successivamente depositare l’istanza di disponibilità presso il Tribunale per i minorenni  territorialmente di vostra competenza.

Il nostro augurio è che riusciate, in tempi brevi, a tornare ad essere una risorsa per un bimbo che ha bisogno dell’amore di una famiglia!
I nostri migliori auguri

 

Staff Ai.Bi.