Adozione Internazionale. È possibile essere seguiti da servizi diversi, che non abbiano pregiudizi?

Buongiorno,

vorremmo avere un vostro parere rispetto a quanto stiamo vivendo. Circa due anni fa avevamo ottenuto il decreto di idoneità per l’Adozione Internazionale, un percorso normale senza particolari problemi, nell’anno che avevamo a disposizione per dare l’incarico ad un ente autorizzato non ci siamo attivati per numerosi problemi personali, e quindi il nostro decreto è scaduto.

Ora siamo nelle condizioni di ricominciare il percorso e ci siamo recati presso i servizi del nostro territorio che si occupano di adozione, e francamente abbiamo trovato un ambiente poco accogliente e pieno di pregiudizi; hanno cominciato a dirci che l’adozione internazionale non funziona, che gli enti sono poco seri e fanno accogliere solo bambini grandi e malati, e che comunque avendo noi fatto scadere il primo decreto avremo da parte loro una relazione negativa.

Noi vorremmo ridepositare la domanda ma essere seguiti da servizi diversi che non abbiano tali pregiudizi sull’adozione, è possibile?

Una coppia arrabbiata


Gentili coniugi,

difficile darvi una risposta senza conoscere nei dettagli quanto accaduto in quell’anno che avevate a disposizione per attivare il vostro decreto di idoneità.

Certamente potete ridepositare la vostra disponibilità presso il Tribunale per i minorenni che incaricherà i servizi competenti per territorio a redigere una nuova relazione.
In alcune realtà, le equipe adozione, composte da psicologo e assistente sociale, sono più di una; dipende generalmente dalla dimensione del territorio di riferimento; in tal caso potreste parlare con il dirigente del servizio spiegando la vostra situazione e chiedendo di essere affidati ad operatori diversi da quelli incontrati.

In generale l’aver fatto trascorrere quell’anno senza esservi attivati non è mai un buon biglietto da visita, ma ci sono casi che ne giustificano l’impossibilità ed altri che invece delineano una poca determinazione nel raggiungere l’obiettivo di diventare genitori.

Un cordiale saluto.

Cinzia Bernicchi

Ufficio Adozioni Internazionali – Ai.Bi. – Amici dei Bambini