Anche in Italia tanti bambini e le loro mamme hanno bisogno di aiuto!

Sostieni anche tu in Italia la Campagna di Ai.Bi. Fame di Mamma. Permetterai a tanti bambini e alle loro mamme fragili di spiccare il volo.

Anche in Italia, un Paese definito del “Primo Mondo”, sono tanti i minori fragili che hanno bisogno di protezione, come molte sono le mamme che rese vulnerabili da maltrattamenti, malattie, povertà, rischiano di abbandonare i loro figli e hanno necessità di essere seguite, protette ed accompagnate per acquisire forza, sicurezza ed autonomia.

Sono ragazze molto giovani, in media hanno 25 anni di età. Sono sia italiane che straniere. Spesso si tratta di donne che non sono mai state figlie e che devono imparare tutto, dal fare la spesa, a cantare la prima ninna nanna al loro bambino, perché nessuno a loro l’aveva mai cantata prima. Sono ragazze che scappano da situazioni di disagio, di violenza, di povertà.

Ai.Bi. le accoglie e si prende cura di loro e dei loro piccolini, sostenendole ed accompagnandole verso la strada dell’autonomia per divenire figure forti per i loro figli.

Spesso è complicato, ma anche un solo successo riempie il cuore degli operatori di gioia e dona loro la forza per continuare con passione il proprio lavoro.

Un Sostegno a Distanza per la Campagna Fame di Mamma

Come è accaduto con Marta ( nome di fantasia), arrivata alla comunità mamma bambino  gestita da Ai.Bi. e dalla Cooperativa Aibc,  dopo aver subito maltrattamenti in famiglia. Marta non aveva mai avuto la possibilità di lavorare e non aveva potuto terminare la scuola dell’obbligo.

Appena arrivata al centro, gli operatori della struttura si sono immediatamente prodigati a fornire sostegno specialistico e protezione  a lei ed ai suoi bambini che avevano assistito alla violenza e si sentivano, come purtroppo spesso accade, colpevoli di quella situazione, dell’allontanamento dal loro ambiente familiare.

La seconda fase è consistita invece  nel rendere più forte ed autonoma la mamma, in modo da permetterle di trovare il proprio spazio nel mondo del lavoro, anche grazie alla partecipazione di corsi formativi. I piccolini invece sono stati aiutati a recuperare un pizzico dell’infanzia perduta, grazie anche alla frequentazione di un corso di basket, perché lo sport permette di crescere e socializzare. E finalmente piano piano, è avvenuto il miracolo. La famiglia ha spiegato le ali e ha preso il volo.

Marta  ha trovato un contratto di lavoro stabile, è passata in un alloggio per la semi autonomia ed ora ha una casa propria e riesce a mantenere da sola la sua famiglia.

Tutto questo è stato possibile anche grazie al prezioso aiuto dei tanti donatori che hanno deciso di sostenere la Campagna Fame di mamma. Un corso di basket… un’attività professionalizzante… sembrano piccole cose apparentemente, ma sono pezzetti fondamentali per costruire il  futuro delle mamme e dei loro bambini.

Sostieni anche tu la Campagna Fame di Mamma

Con 10 euro al mese, potrai aiutare i minori e le mamme fragili di cui Ai.Bi si prende cura nelle Family House, strutture ad alta specializzazione dove mamme e bambini fragili trovano cura e protezione. Nelle comunità alloggio mamma e bambino. Nelle strutture di accoglienza per i giovani in difficoltà e nei Pan di Zucchero, luoghi di accoglienza e cittadinanza attiva, dove professionisti e volontari offrono gratuitamente spazi di socializzazione, supporto psicologico ed educativo ai minori ed adolescenti che, già vulnerabili, rischiano di rimanere indietro rispetto ai loro coetanei.

Pensaci. Il tuo aiuto può fare la differenza!

Sostieni a distanza