Bolivia. Le mie mani sono per prendermi cura di te

Auguro a Oscar di trovare una strada nuova, mani che si prenderanno cura di lui ogni giorno, un bacio di mamma prima di addormentarsi. Nell’attesa, l’Adozione a Distanza è una luce di speranza!

 

Oscar è un bambino boliviano di 5 anni, è arrivato da poco all’orfanotrofio Niño Jesús, dopo un’infanzia piena di situazioni difficili e violente. La sua pelle è segnata da cicatrici che ci lasciano capire quanto abbia sofferto.

Ogni volta che mi avvicino si spaventa, se gli faccio una carezza anche molto delicata trema, e senza rendersene conto il suo corpicino si muove. Io mi chiedo fino a che punto si debba maltrattare un bambino per arrivare a questo risultato. Il rispetto della vita e del benessere dei più piccoli non dovrebbe essere mai violato.

Io sono psicologa e forse lo sono diventata proprio per avere la possibilità di lavorare coi bambini che soffrono. Senza parlare troppo ho così deciso di aiutare Oscar a capire che il rapporto con il suo corpo può essere diverso. 

Abbiamo iniziato a cantaregiocare con texture differenti. Mentre toccavo le sue piccole manine, l’ho inondato di parole belle  e lentamente gli ho accarezzato i capelli. Gli davo tutto il mio amore attraverso le mie mani.

Così piano piano, Oscar ha iniziato a lasciarsi andare. Sembrava un gattino piccolo che si avvicina con paura ma con la voglia di ricevere amoreAlla fine della gita Oscar si è lasciato abbracciare ed ha appoggiato la sua testa sul mio petto. Io gli ho dato un bacio e gli ho detto: “Ti voglio bene”.

Un’Adozione a Distanza per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio Niño Jesús

Auguro a Oscar di trovare una strada nuova, mani che si prenderanno cura di lui ogni giorno, un bacio di mamma prima di addormentarsi, una mamma che lo saprà amare come merita. A volte noi grandi non ci rendiamo conto di quanto possiamo ferire i nostri figli. Quando i genitori non sono in grado di prendersi cura dei bimbi, é la comunità che deve sostenere e proteggere mentre si risolve la situazione.

Ringrazio dal cuore tutti i nostri sostenitori che, grazie all’Adozione a Distanza, da lontano scelgono di essere presenti nella vita dei bambini che soffrono, e che rendono possibile riscrivere le loro storie. Ringrazio anche tutti i professionisti che fanno la loro parte per cercare di aiutare i genitori ed i bambini a guarire le loro ferite. Sono convinta che la storia di Oscar avrà un finale felice e che sarò io il testimone che vi racconterà quando questo piccolo angelo avrà la possibilità di rinascere figlio.

Per lui e per tutti i bambini come Oscar, l’Adozione a Distanza è una luce di speranza!

Operatrice Ai.Bi. Bolivia

Adotta un orfanotrofio a Distanza