Cagliari, martedì 27 Settembre: l’urlo dell’abbandono sa farsi sentire…

I minori abbandonati o fuori dalla famiglia non hanno voce, non sanno come farsi sentire.

Succede talvolta che qualcuno decida di parlare di loro, per far emergere problemi troppo spesso dimenticati e inascoltati.

È quanto accadrà a Cagliari martedì 27 settembre, dalle 9.00, durante il seminario di studi promosso e organizzato dalla comunità di alloggio per minori Casa Emmaus, in occasione del suo decimo anniversario.


Presso la Sala Convegni della Banca di Credito Sardo di via Bonaria, si discuterà riguardo le migliori soluzioni di accoglienza per i minori fuori dalla famiglia: affido familiare, istituti o comunità alloggio.

L’estrema complessità della materia si presta a strumentalizzazioni e semplificazioni, per questo il seminario è un’occasione per fare chiarezza su un problema che presenta luci ed ombre.

Quali sono i nodi critici e le caratteristiche principali del sistema “accoglienza”? Su questo si rifletterà durante l’incontro, sia da un punto di vista giuridico-amministrativo che sociale.

Per questo sono stati invitati a condividere la loro esperienza varie figure che operano all’interno di questa complicata rete: avvocati, magistrati, consulenti e operatori sociali.

Il titolo del Convegno segna il filo conduttore di tutti gli interventi: “Per dare voce a chi non ne ha: i minori fuori famiglia” ovvero la necessità di spostare nuovamente l’attenzione su chi subisce questa situazione sulla propria pelle, i bambini.