Calo demografico. Se il Governo litiga anche sul bonus ai bambini. De Palo: “Basta litigi sulla pelle delle famiglie”

Griffini (Ai.Bi.) rilancia tema adozioni internazionali: “’Neglect lists’ infinite. Ridurre burocrazia è una misura a costo zero”

famiglia, il Forum chiede al Governo nascente che istituisca un Ministero per la FamigliaIl Governo lavora a un assegno unico che va dai 100 ai 300 euro per ogni bambino dagli zero fino ai 26 anni: credo che in questo modo riusciremo a contrastare il calo demografico”. Lo ha annunciato il ministro leghista alla Famiglia Lorenzo Fontana. L’annuncio, che sembra quasi una risposta ai dati (drammatici) forniti dall’ISTAT nei giorni scorsi, ha il pregio di riaprire la discussione su un tema, quello della famiglia che, per il momento, dall’esecutivo Conte ha ricevuto poche risposte.

Il problema, infatti, è che, anche su un tema importante come quello della famiglia, le due componenti della maggioranza di Governo si trincerano dietro a un botta e risposta tra posizioni contrapposte che ha il drammatico effetto di ingessare qualsiasi possibile soluzione. E, così, rischia di andare in scena il teatrino già visto solo due mesi fa per la questione della presidenza della CAI.

Aspettiamo di leggere la proposta, che non abbiamo visto. Basandosi sulle dichiarazioni, da un rapido calcolo, considerata una platea di 15 milioni di residenti, l’assegno unico costerebbe tra i 18 e i 54 miliardi di euro”, è stata la risposta a Fontana del viceministro pentastellato dell’Economia, Laura Castelli, i cui colleghi di partito hanno anche accusato il titolare del dicastero della Famiglia di “giocare a tombola”. Forte la risposta di Fontana: “Sorprendenti le dichiarazioni del M5s che l’11 aprile, alla Camera, ha votato per impegnare il governo a istituire l’assegno unico, esattamente la proposta del ministro Fontana. Chi gioca a tombola è il M5s, è un’idiozia dire che la misura costa 60 miliardi”.

Ma le associazioni famigliari cosa ne pensano? “Le famiglie sono stanche di assistere a litigi sulla loro pelle – ha commentato il presidente del Forum delle Famiglie, Gigi De Paloin un clima da campagna elettorale permanente. Se c’è la volontà politica, allora s’istituisca un tavolo tecnico con le famiglie e le opposizioni per fare un ragionamento serio sull’assegno unico. Dall’inverno demografico o se ne esce insieme o non se ne esce”.

Secondo il presidente di Ai.Bi. – Amici dei Bambini, Marco Griffini, una prima iniziativa “a costo zero” per combattere l’inverno demografico ci sarebbe. “Bisogna – ha ribadito una volta di più Griffini – mettersi in testa che le ‘neglect lists’, cioè le liste di minori adottabili dall’estero, sono drammatiche e infinite. Basterebbe iniziare a mettere a disposizione delle famiglie che desiderano adottare, che in Italia non sono mai state poche, un sistema burocratico meno complesso e rigido rispetto all’attuale per consentire un immediato incremento delle adozioni internazionali”.