Comunità che accolgono: a Mulazzano nasce il primo Pan di Zucchero della Pace di Ai.Bi.

Le responsabilità sociali si fanno oggi ancora più fondamentali. È così che nasce il primo Pan di Zucchero della Pace di Ai.Bi., nella comunità di Mulazzano nella provincia di Lodi

In questo momento storico in cui una guerra spaventosa sta colpendo i confini del nostro continente, diventa necessario agire, scendere in prima linea, per accogliere ed aiutare chi scappa in cerca di un luogo sicuro. La guerra scoppiata in Ucraina sta provocando un esodo di profughi che ha raggiunto numeri impressionanti, ma ha anche generato una mobilitazione collettiva che coinvolge tutti, dalle autorità fino ad ogni singola persona.

È dalla solidarietà diffusa che nasce il Pan Di Zucchero della Pace di Mulazzano.

Attraverso la Campagna BAMBINIXLAPACE, Ai.Bi. si sta impegnando per reperire strutture idonee per accogliere gruppi di minori evacuati dalle case famiglie e dagli orfanotrofi ucraini e accompagnati dai loro educatori e dalle loro educatrici. Come nel caso della ex casa delle Suore della Carità presso il comune di Mulazzano, in provincia di Lodi. La casa gestita da Ai.Bi. provvede all’accoglienza, all’assistenza e al supporto delle 18 persone accolte, bambini e accompagnatori, garantendo loro supporto sanitario, legale e psicologico.

La struttura è stata messa a disposizione dalle Suore della Carità e la Parrocchia di Santo Stefano, il Comune di Mulazzano, la Scuola materna parrocchialeAuser Consulta di Mulazzano e tutta la comunità con il supporto volontario di Edil Progres Srl di Mancuso Antonello, M.c.a. Costruzioni e l’Impresa di Pulizie Essedi, si sono immediatamente resi disponibili a partecipare per rimetterla in sesto. L’immobile era chiuso da tempo, e necessitava di molti interventi.

In poco più di una settimana, lo spazio disposto su due piani per un totale di 500mq, è stato reso nuovamente abitabile, grazie all’intervento di idraulici, elettricisti, muratori, imbianchini, che hanno offerto gratuitamente le propria mano d’opera per la ristrutturazione dell’immobile, supportati dal Geometra Filippo Rigamonti di Lecco e coordinati da E20#BeRight, da tempo al fianco di Ai.Bi. e dell’accoglienza e della sostenibilità.

Un risultato raggiunto grazie all’aiuto di tutti!

Centimetro dopo centimetro i cittadini di Mulazzano affiancati da 20 dipendenti di Cisco Systems Inc che hanno aderito all’iniziativa di volontariato aziendale, e dai volontari di ASD Rugby Opera hanno donato nuova vita a questa struttura, che ora accoglie 18 persone, fra mamme e bambini arrivati dall’Ucraina.

Numerosi volontari di Mulazzano – mamme, papà e nonne e nonni – sono accorsi per risistemare gli arredi esistenti e assemblare i nuovi, in parte donati da Ikea, già al fianco dell’associazione nell’allestimento delle comunità mamma-bambino, e grazie a importanti donazioni di aziende amiche dell’associazione, come Brunello Cucinelli che, nell’ambito del progetto “Brunello Cucinelli for Humanity”, ha deciso di supportare la causa con l’acquisto degli arredi e dei tessili per le 9 camere da letto e realizzato, con una campagna di solidarietà estesa alla Filarmonica di Solomeo, borgo dove l’azienda Brunello Cucinelli ha sede,  una raccolta di beni di prima necessità..

Gli spazi sono diventati “casa” anche grazie alle stampe decorative realizzate da Graphic Point e Colordielle, partner fidati e consolidati del team #BeRight, i divani e i tessuti d’arredo donati da Pimar, le finiture realizzate da Evo Steel, il verde regalato da Euroflora i prodotti per la cura della persona donati dal gruppo Henkel e dal gruppo Shiseido. Un grazie speciale va anche a MSL Italia per il grande supporto offerto a favore del progetto e a Barilla che ancora una volta si è schierata al fianco dell’accoglienza riempiendo di cose buone la dispensa e regalando a chi ha più sogno il calore… di casa.

Non è mancato il sostegno delle attività commerciali di Mulazzano, tra questi Macelleria PrinaBar La PiazzettaPanificio Bosatra e l’Alimentari la Buona Tradizioni, ma anche dei Paesi vicini, come il Bar D’Angolo di San Donato Milanese, che hanno allietato i momenti di convivialità tra i volontari al lavoro con dolci e pasti caldi e raccolto beni di prima necessità per gli ospiti.

È così che grazie alla comunità di Mulazzano, alle istituzioni locali, alle aziende che ci sostengono e al volontariato che uno spazio diventa luogo, dove i bambini e le famiglie in fuga dalla guerra possono sentirsi a proprio agio e di nuovo al sicuro. È dal cuore di chi crede nel valore della solidarietà diffusa e nella responsabilità sociale d’impresa che nasce il primo Pan di Zucchero della Pace di Ai.Bi..

La solidarietà e l’accoglienza non si ferma e chiunque può sostenere la campagna di Ai.Bi. – Amici dei Bambini BAMBINIxLAPACE  dedicata alla crisi ucraina scegliendo una delle varie modalità di aiuto e vicinanza alle famiglie e ai bambini ucraini. Perché, ora, il loro futuro dipende anche da te!

EMERGENZA UCRAINADONA ORA