Bambini in alto mare
<<indietro

Est Europa. Una famiglia può salvarle la vita: la corsa contro il tempo di Ajna in cerca di una mamma ed un papà

Figli in attesa 01-17Non vede bene da entrambi gli occhietti a seguito di una caduta e del conseguente intervento chirurgico a cui è stata sottoposta; e si regge a fatica sulle sue deboli gambette di bimba di circa 1 anno e mezzo. Ma è forte e lo dimostra con tutta la profondità del suo sguardo che ti penetra “ipnotizzandoti” e con quelle manine che punta sul divano per stare con la schiena dritta.

Non è sicuramente quella bambina “perfetta” da rivista patinata: è una bambina che sente e manifesta con e sul suo corpo quelle “ferite” inferte dal male dell’abbandono a cui l’ha destinata la sua mamma appena partorita.

Ajna (nome di fantasia ndr) si trova in una casa famiglia dell’Est Europa ed è la stessa famiglia affidataria a fare di lei un ritratto tenero che, riga dopo riga, diventa un vero e proprio appello affinché qualcuno la salvi.

Già perché solo una famiglia italiana può, accogliendola, garantirle quelle cure sanitarie, quell’assistenza medica e soprattutto quell’amore di genitori in grado di salvarla e toglierla da quel limbo nel quale si trova.

La famiglia affidataria non è nelle condizioni di dare quel “di più” che potrebbe fare la differenza per Ajna e non adottarla vorrebbe dire abbandonarla per la seconda volta.

E questa volta il suo destino sarebbe segnato: l’abbandono della mamma biologica può trasformasi in un dono per la famiglia che deciderà di adottarla e per Ajna stessa che troverà nei genitori adottivi coloro che sapranno amarla a tal punto da darle una vera chance di vita.

Il non adottarla vorrà dire, invece, voltarle le spalle e consegnarla a  un destino non solo di solitudine ma anche di deficit psicomotori che, non curati, avranno la meglio su di lei.

Ma Ajna, che compirà 2 anni a maggio, può ancora farcela: le serve solo un logopedista che le insegni a parlare e uno specialista della psicomotricità per farle vedere quanta strada può fare sola con i suoi piedini. Libera e fiera di se stessa.

Ajna è una bambina molto amorevole, ha un ottimo appetito e si fa grandi dormite. Ajna ha tutte le carte in regola: diciamo (per continuare con la metafora), che queste sono mescolate male.

Ecco perché lanciamo questo appello urgente. Siamo alla ricerca di una coppia italiana che possa finalmente accogliere Ajna. Adottarla, in questo caso, vorrebbe dire compiere un doppio gesto d’amore. Innanzitutto ridare una famiglia a una bambina che ha vissuto l’abbandono. E poi, cosa non meno importante, permetterle di curarsi e di guarire.

Chi volesse maggiori informazioni può consultare  la scheda relativa alla bambina nella rubrica Figli in Attesa  o inviare una e-mail all’indirizzo lorenza.persona@aibi.it.

Vuoi essere tu il regalo speciale per i 2 anni di Ajna?


Emergenza Umanitaria in Siria