Il Bello che fa Bene 2011: la Solidarietà si sposa con il Mito

Il Bello e il Bene, scolpiti a vita nel Mito. Dieci edizioni dell’evento benefico di Ai.Bi., Il Bello che fa Bene, dal 2002 al 2011, compiranno un importante compleanno martedì 22 novembre, alle Officine del Volo di Milano. Una serata inaugurale batterà all’asta numerosi prodotti, donati ad Ai.Bi. dalle aziende del lusso e della moda, e una bottiglia di rinomato Lessona, con la quale Quintino Sella brindò 150 anni fa al primo governo d’Italia. Il fortunato aggiudicatario brinderà al centocinquantenario dell’Italia unita, al 25° anniversario di Ai.Bi. e al decimo anno di Bello che fa Bene.

A Max Laudadio e Tania Zamparo l’onore e onere della conduzione. Wannenes Art Auctions batterà poi un’Asta particolare: il Bello diventerà Mito. Oggetti simbolo della moda e del lusso, entrati nell’immaginario collettivo grazie all’apparizione in film storici o indosso alle icone del mondo dello spettacolo: dalla scarpa di Angelina Jolie al guanto di Merola Gloves per Audrey Hepburn, in Vacanze Romane, fino alla Montblanc Meisterstűck 149 di James Bond, in Mai dire Mai. Il pittore e scultore Alessandro Gedda ha reso infine disponibile una serie di ritratti incarnazioni di Futurismo che strizzano l’occhio al Design – ispirati alle star e ai miti del cinema, come Marylin Monroe, Sean Connery, Steve McQueen.

L’Asta avverrà in via silenziosa e tramite sms, grazie a una tecnologia semplice e smart, fornita con il contributo della Fondazione Telecom.


Il Bello che fa Bene, rivoluzionario approccio alla moda che abbatte le barriere tra i mondi della solidarietà e dell’estetica, ha intenzione di proseguire, per le tre settimane precedenti il Natale, con lo shopping in via Montenapoleone 6/A, per sposare la solidarietà con l’eleganza.