Kenya. Famiglie senza casa: una possibile soluzione per interrompere la catena delle generazione dei minori in strada

Secondo un rapporto del 2018 in Kenya vivono 46.639 senza tetto, di cui 15.337 solo nella città di Nairobi.  Il 45.3% di questi sono giovani e ben il 33.8% sono bambini.

 In Kenya sono in aumento le famiglie costrette a vivere in strada senza un tetto sopra la testa.

Secondo un rapporto del 2018, nel Paese vivono 46.639 senza tetto, di cui 15.337 solo nella città di Nairobi.  Il 45.3% di questi sono giovani e ben il 33.8% sono bambini.

Tra le ragioni che spingono i giovanissimi a vivere in strada si annoverano i maltrattamenti, le malattie mentali, la morte dei genitori, l’influenza dei propri compagni o l’essere nati per strada.

Secondo quanto affermato da Grace Mwangi, un membro del board dello Street Family’s Rehabilitation Trust Fund e riportato dal Kenya news agency, la maggior parte dei bambini che vivono in strada con i genitori hanno meno di 10 anni,  il 24% sono orfani, mentre il 20% non sa che fine abbiano fatto i loro genitori.

Proprio per cercare di arginare questo grave fenomeno, il governo del Kenya sta lavorando alla realizzazione di una policy finalizzata alla riabilitazione delle famiglie di strada. 

Particolare attenzione deve essere posta sulla cura della famiglia e sulla comunità. Non è infatti sufficiente accogliere i minori in istituto se, raggiunta la maggiore età, dovendo lasciare le strutture, la maggior parte di loro si trova nuovamente a dover fare i conti con la vita di strada, divenendo facile preda di gruppi criminali.

Un Sostegno a Distanza per i bambini di strada accolti al Kwetu Home of Peace di Nairobi

Ai.Bi. ogni giorno, è al fianco dei bambini fragili e in difficoltà familiare che vivevano soli nelle strade di Nairobi e hanno trovato rifugio nel centro  Kwetu Home of Peace.

Fondato nel 1993, il Kwetu Home of Peace, oggi accoglie fino a 160 bambini e adolescenti, tra gli 8 e i 17 anni.

Minori in grave stato di vulnerabilità, facilmente reclutati dalla criminalità e vittime di sfruttamento, che vengono accompagnati in un percorso di riabilitazione e, quando possibile, di reinserimento in famiglia.

Grazie al Sostegno a Distanza, dal 2009 Ai.Bi. supporta il centro garantendo ai minori accolti, la possibilità di frequentare la scuola, crescere protetti e acquisire sempre maggior fiducia in sé stessi e nelle loro capacità.

Aiuta anche tu Ai.Bi. a prendersi cura dei minori di strada di Nairobi.

Grazie al Sostegno a Distanza puoi farlo.

 Con 25 euro al mese, meno di un caffè al giorno puoi garantire ai bambini ospiti del Kwetu Home of Peace, la possibilità di un futuro migliore!

Sostieni a distanza