Luciana Littizzetto e l’affido: una storia d’amore nata grazie a Maria De Filippi

Due bambini in affido: il racconto della comica e attrice torinese in diretta televisiva alla trasmissione “A Raccontare Comincia Tu”

Nella trasmissione “A Raccontare Comincia Tu”, condotto da Raffaella Carrà, l’attrice e comica Luciana Littizzetto ha parlato del suo rapporto con la conduttrice Maria De Filippi e, soprattutto, del ruolo importante che la moglie di Maurizio Costanzo ha avuto nella sua vita e, soprattutto, nella sua scelta di accogliere in affido due bambini che oggi la riconoscono come madre.

Nel 2002, insieme a Maurzio Costanzo, la De Filippi ha infatti accolto Gabriele. “Tutto è nato da un discorso che feci con Maria De Filippi, in maniera confidenziale, con una spremuta in mano – ha spiegato alla Carrà -. Lei mi raccontò la storia di suo figlio, Gabriele, che era in affido anche lui. E così abbiamo cominciato la pratica”.

I bambini in affido di Luciana Littizzetto: Vanessa e Jordan. Che oggi sono cresciuti

“All’inizio non è facile: tu non sei preparata e non lo sono loro, vanno in una casa che non conoscono, in comunità non hanno spazi esclusivi – ha proseguito la Littizzetto parlando dei due bambini che ha accolto – I ragazzi in affido si fidano poco, hanno le spine, si rischia di farsi male entrambi. Poi, col tempo, non sai quanto ce ne vorrà, le incomprensioni si superano. I genitori di Vanessa e Giordan hanno perso la patria potestà, ce l’ha il comune di Torino. Io ho la tutela: se vorranno a diciotto anni potranno aggiungere al loro cognome il mio”.


Vanessa e Jordan, i due ragazzi della Littizzetto, avevano rispettivamente 12 e 9 anni quando entrarono a far parte della sua famiglia.