Marocco. Sport, cinema e bricolage per i bambini degli istituti: anche così si impara ad affrontare le difficoltà della vita!

Tra Meknes, Fez e Casablanca continuano le attività per i bambini dei centri sostenuti da Ai.Bi. in Adozione a Distanza Marocco.

A Meknes i ragazzi della Fondazione Rita Zniber sono stati accompagnati al cinema dagli educatori: il film trasmesso, incentrato sulla disabilità di tre ragazzi tredicenni, si è trasformato in una lezione di vita per tutti gli spettatori. Tramite la settima arte,  i ragazzi hanno avuto modo di comprendere i problemi legati alla disabilità e lo sguardo su queste realtà ha stimolato la loro introspezione.

Al Centro Dar Al Atfal Al Wafae, a Fes, il rispetto della natura è stato insegnato ai bambini tramite il bricolage: un’associazione locale ha infatti organizzato delle attività per i bambini del centro utilizzando materiale riciclato.  Dividendo i bambini in gruppi e a seguito di una breve spiegazione, ogni bambino ha potuto creare il suo oggetto interamente con il materiale riciclato, dedicando particolare attenzione alla tematica affrontata.

Ultimo, ma non meno importante,  al centro Sidi Bernoussi, vicino Casablanca, alcuni volontari hanno accompagnato i bambini presso un’associazione sportiva, che aveva organizzato per loro un’intera giornata di sport e gioco.

Attraverso un ampio ventaglio di attività, da tornei veri e propri a semplici esibizioni sportive, i bambini hanno capito quanto lo sport non sia solo competizione ma soprattutto divertimento e crescita.

Questo è il riassunto di un’altra settimana dei bambini ospiti dei centri sostenuti da Ai.Bi. in Adozione a Distanza Marocco: sostieni anche tu i progetti di Amici dei Bambini, restituirai ai bambini la serenità della loro infanzia.

Attiva un Sostegno a Distanza