Messina: Casa Mosè di Camaro strapiena di minori non accompagnati

immigratiRiesplode l’ emergenza immigrazione:  sono arrivati sulle coste siciliane quasi 600 immigrati, 262 ieri e 309 oggi (29 agosto). Troppi ed è di nuovo emergenza accoglienza Misna, minori stranieri non accompagnati.

Per quanto i dati non siano ancora definitivi sarebbero, infatti, almeno 29 i minori stranieri non accompagnati; circa una sessantina le donne (tra cui alcune anche gravide) e 43 bambini.

Numeri da brivido che fanno riesplodere l’emergenza accoglienza. “Casa Mosè, il centro di Messina (Camaro) è al collasso – dice Dinah Caminiti, referente Ai.Bi.  Sicilia – siamo pieni e non possiamo più accogliere nessun Misna. Anche il centro gestito dalle Suore dello Spirito Santo è full: le famiglie sono la nostra speranza”.


Nel centro di prima accoglienza di Camaro (Messina) ci sono al momento 22 Misna di cui 5 new entry trasferiti a inizio di agosto dal PalaNebiolo.

Ai.Bi di certo non si sottrae –  precisa la referente Sicilia – anzi  continua ad essere in prima linea e rinnova il suo appello alle famiglie. Mai come oggi, infatti, è necessario l’aiuto di quanti vorranno aprire le porte di casa propria per accogliere questi poveri disperati”.

Intanto da Gabicce, dove si è svolta la XXIII Settimana delle Famiglie di Amici dei Bambini, è già partita una catena di aiuti umanitari: sono stati donati magliette e vestiti per bambini e ragazzi accolti nel centro di Camaro “ma anche questi – precisa Caminiti – non sono mai sufficienti”.

In giornate come queste è sempre più evidente “la necessità non solo di sbloccare il Fondo nazionale Misna ma anche di aprire un nuovo Centro di pronta accoglienza. Casa Mosè di Camaro non  basta più: aiutateci ad aprire una nuova Casa Mosè”.

In fondo i locali si sarebbero già trovati: un’ex Casa Famiglia concessa dalle Suore Immacolatine.