Est Europa. Non c’è molto più tempo per Astra: a 11 anni i sogni di una bambina abbandonata sono sempre di meno

07-16_133x133Tic- tac tic-tac. È il ticchettio del tempo che scorre e che riduce le speranze per tanti bambini senza famiglia di rivendicare il proprio diritto: quello di essere figli. Ad avvertire il “peso” del tempo che passa senza l’amore di una mamma e di un papà è Astra (nome di fantasia ndr), una bambina di 11 anni dell’Est Europa.

Tra i tanti bambini abbandonati del Paese c’è proprio Astra. La piccola è molto attiva e sportiva e tra tutti  gli sport predilige quelli di gruppo, soprattutto la pallavolo. Astra ama stare in compagnia e giocare con i suoi coetanei forse perché cerca di colmare il vuoto affettivo: quello di una mamma e di un papà.

La bambina è considerata la “maestra” dai suoi amici di giochi perché sa disegnare bene, sa cantare, ballare e soprattutto perché, a differenza dei suoi compagni, va a scuola con molto piacere.

La piccola, resa “grande” dagli eventi della sua vita, è emotiva e sensibile e ha maturato l’indole propria di una maestra: Astra aiuta i bambini più piccoli di lei nei compiti e nei giochi. La bambina, inoltre, è sempre collaborativa nell’effettuare le pulizie nell’istituto in cui vive.

Nonostante Astra sia socievole e già “adulta”, è ancora una bambina che sogna, ogni giorno, di ricevere l’amore che le spetta. Per realizzare il suo sogno Astra ha bisogno dell’abbraccio di una mamma e un papà che, accogliendola, le faccia sentire che il tempo con loro “è per sempre”.

Per chi volesse maggiori informazioni può consultare la rubrica Figli in Attesa e mandare una email all’indirizzo cristina.legnani@aibi.it.

Richiedi Informazioni